Napolitano: “Carceri, servono soluzioni”. Schifani: “Presto in Senato”

Pubblicato il 18 Maggio 2012 - 11:14 OLTRE 6 MESI FA

Giorgio Napolitano (Lapresse)

ROMA – Giorgio Napolitano si lamenta per “l’insostenibile” situazione dei carceri italiani, il presidente del Senato Renato Schifani assicura che “presto ci sarà una sessione straordinaria” sul tema a Palazzo Madama.

”L’attenzione che Parlamento e governo pongono ai problemi del carcere” porta a ”confidare che il punto critico insostenibile cui essi sono giunti” si superi ”anche attraverso nuove e coraggiose soluzioni strutturali e gestionali”, ha detto il capo dello Stato Giorgio Napolitano parlando alla polizia penitenziaria. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato al Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Giovanni Tamburino, il seguente messaggio:   “In occasione del 195/o anniversario della fondazione del Corpo della Polizia Penitenziaria sono lieto di esprimere, a nome di tutta la nazione e mio personale, viva gratitudine e apprezzamento agli uomini e alle donne della Polizia Penitenziaria per l’opera che quotidianamente svolgono al servizio dello Stato garantendo la sicurezza negli istituti e concorrendo all’attuazione del principio costituzionale della funzione rieducativa della pena.

L’attenzione che Parlamento e Governo pongono ai problemi del carcere induce a confidare che il punto critico insostenibile cui essi sono giunti possa essere superato anche attraverso l’adozione di nuove e coraggiose soluzioni strutturali e gestionali che coinvolgano tutti gli operatori del settore e in particolare la Polizia Penitenziaria. Anche nelle difficili condizioni attuali e in vista di soluzioni innovative il Corpo saprà dimostrare professionalità, dedizione e spirito di sacrificio come sempre nell’affrontare le più gravi situazioni di disagio e tensione. In questo giorno di solenne celebrazione – che è simbolicamente dedicato anche al ricordo di Giovanni Falcone, di Francesca Morvillo e degli uomini addetti alla loro tutela, attraverso il recupero dell’autovettura in cui essi persero la vita –  rendo omaggio ai caduti nell’assolvimento dei loro compiti e rinnovo a tutti voi –  in servizio o in congedo – e alle vostre famiglie fervidi voti augurali”.  Lo rende noto un comunicato del Quirinale.

Dopo poco è arrivata la promessa del presidente del Senato: ”Al Senato presto dedicheremo un’altra sessione straordinaria sulle carceri, un’ emergenza che non può e non deve essere trascurata ma discussa e risolta con la massima urgenza”