Pdl, Berlusconi: “Sconfiggerò la vecchia logica delle correnti”

Pubblicato il 6 Luglio 2010 - 20:23 OLTRE 6 MESI FA

Al termine di un breve incontro a Palazzo Grazioli con alcuni esponenti ex Forza Italia del Pdl, il presidente Berlusconi ha ribadito che il Pdl è nato come movimento popolare. “Espressione diretta degli elettori – ha detto il premier – per amalgamare tutte le tradizioni politiche del centrodestra e per sconfiggere così la vecchia partitocrazia e la vecchia logica delle correnti, da qualunque parte provengano”.

È questo quindi il succo del comunicato diffuso dall’ufficio stampa del Pdl, al termine dell’incontro del presidente del Consiglio con i coordinatori nazionali Denis Verdini e Sandro Bondi, il capogruppo alla Camera Fabrizio Cicchitto e il vicecapogruppo Pdl al Senato, Gaetano Quagliariello.

Nella nota si sottolinea il fatto che l’incontro è avvenuto con esponenti di provenienza azzurra (erano infatti assenti il capogruppo al Senato Maurizio Gasparri e il coordinatore Ignazio La Russa, ex An,), tanto che si parla di un “breve incontro a Palazzo Grazioli con alcuni esponenti ex Forza Italia del Popolo delle libertà”.