Pdl, Frattini: “Il Terzo Polo riconosca Casini leader e l’alleanza con il Pdl”

Pubblicato il 23 Marzo 2012 11:32 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2012 11:46

ROMA – ''Mi auguro che il Terzo Polo faccia una riflessione e riconosca la leadership di Pierferdinando Casini. Se la guida, come ritengo, e' la sua i presupposti per un'alleanza su queste basi ci sono''. Lo ha detto l'ex ministro Franco Frattini in un'intervista all'Opinione.

''Lo stesso Silvio Berlusconi – fa sapere l'esponente del Pdl – e' molto determinato su questa strada''. L'ex premier, pero', spiega Frattini, vuole capire quali siano le intenzioni di Casini perche' il leader dell'Udc ''dice di volere un Partito della Nazione, che e' nella sostanza quel che proponiamo noi, poi ci propone di venirci dentro: francamente mi sembra un po' strano. Noi siamo rispettosi, non vogliamo inglobare nessuno, pero' vogliamo fare le cose insieme''.

Il Pdl continua, dunque, a guardare al modello del Ppe e ''la costituente popolare rimane l'obiettivo verso cui marciare''. Una costituente ''da fare insieme a chi ci sta tra i partiti che si riconoscono nel Ppe. Nessuno vuole fare un'opa sugli altri''. In questo momento e' dunque aperto con i centristi ''un dialogo politico che sta tenendo Alfano, su richiesta del partito''. ''Se il Terzo Polo – prosegue Frattini – scegliesse tutto insieme di aderire alla nostra proposta sarebbe un'evoluzione positiva del quadro politico''.

Per quanto riguarda, infine, il rapporto con la Lega, Frattini evidenzia che il Pdl ''non vuole archiviare in modo definitivo quell'esperienza. Ma dobbiamo anche dire con estrema franchezza che abbiamo scelto di mettere l'interesse dell'Italia sopra ogni cosa. Rispetto a questo non siamo disponibili a fare marcia indietro. Ma non escludo in futuro la possibilita' di un modello federativo di alleanza'' sul modello del '94.