Prescrizione, M5s presenta nuovo emendamento: cambia il titolo, ma è identico. Lega contraria

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 novembre 2018 19:54 | Ultimo aggiornamento: 6 novembre 2018 8:06
Prescrizione, M5s presenta nuovo emendamento: cambia il titolo, ma è identico. Lega contraria

Prescrizione, M5s presenta nuovo emendamento: cambia il titolo, ma è identico. Lega contraria

ROMA – Hanno ritirato il vecchio emendamento per presentarne uno nuovo, identico al precedente, ma cambiando il titolo. Così i relatori 5 Stelle del ddl Anticorruzione hanno provato a superare l’ostacolo della inamissibilità della norma sulla prescrizione, per estraneità di materia.

Su quelle tre righe fatte inserire da Businarolo e Forciniti, che sospendono tout court la prescrizione fino ad avvenuta sentenza definitiva, è in atto uno scontro tra Lega e M5s. Non si può esaurire un argomento così delicato in un emendamento a una legge che parla d’altro, è l’obiezione del Carroccio. Così i grillini hanno tirato dritto, limitandosi a modificare il titolo. Nell’intestazione hanno aggiunto “nonché in materia di prescrizione del reato”.

Alla fine è Igor Iezzi, capogruppo della Lega in Commissione Affari Costituzionali, a certificare lo stallo. Su tutti i punti del ddl anti-corruzione, spiega a margine della seduta delle commissioni, “Lega e M5s possono trovare un accordo” perché “condividono i principi”, mentre “rimane il dissenso sulla prescrizione”. 

Neppure una riunione al ministero della Giustizia, tra il guardasigilli Alfonso Bonafede e i parlamentari dei due alleati di governo, prima dell’inizio dei lavori in Commissione, serve a trovare la quadra. “Ne devono discutere i leader”, taglia corto Iezzi. “A livello parlamentare non abbiamo raggiunto” un’intesa. “Non è possibile modificare la prescrizione con sole due righe: il testo è identico, hanno solo cambiato il titolo…”.

Le posizioni restano distanti e quindi è necessario un chiarimento a livello politico superiore, cioè tra Salvini e Di Maio.