Referendum su nucleare, legittimo impedimento, acqua privatizzata: l’Idv consegna in Cassazione le firme

Pubblicato il 29 luglio 2010 10:48 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2010 12:20
di pietro

Antonio Di Pietro

L’Italia dei Valori ha consegnato alla Cassazione le firme necessarie per chiedere il referendum su tre quesiti: abolizione della legge delega che riapre all’energia nucleare. Abolizione della norma sul legittimo impedimento e abolizione della norma sulla privatizzazione dei servizi idrici. Le firme sono state raccolte dal 1 maggio. Adesso la Cassazione dovrà controllare se la raccolta superi il quorum delle 500 mila firme valide.

Secondo il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, sono state raccolte 2 milioni e 200 mila firme. Di Pietro, presente in Cassazione al momento della consegna, ha polemizzato sulle modalità con le quali è stato organizzato il servizio di consegna delle firme non consentendo l’ingresso dei furgoni nei garage si piazza Cavour: ”Qui abbiamo portato 2 milioni e 200 mila cittadini e serve rispetto: lo devono vedere e sapere tutti che stiamo consegnando queste firme”.