Regionali. Annalisa Chirico dei Radicali: “La velina non la so fare, la politica sì”

Pubblicato il 17 Marzo 2010 19:30 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2010 16:38

Annalisa Chirico

Non sa ballare, non sa cantare, non ha le forme giuste per fare la velina. Ma la politica «quella si che la so fare». Annalisa Chirico 23 anni, pugliese di Francavilla Fontana (Brindisi), si presenta nella lista Bonino-Pannella, nel Lazio ma anche a Brindisi e Taranto, con uno spot, nato come provino su YouTube, che ha come slogan “Liberati di loro”.

Ma a chi si riferisce? Alle «persone calate dall’oggi al domani nella politica senza saperne nulla». Tipo «la Minetti, l’igienista del premier, che definirei l’emblema di questo metodo che sceglie per cooptazione e non per quello che viene fatto sul campo». Ma queste persone, alza la voce, «non saranno mai libere! Perché una volta dentro diranno sempre sì».

Racconta: «Quando hanno candidato la Minetti, ai giovani del Pdl lombardo ho detto: ma ribellatevi! Siete militanti, vi impegnate sul campo e poi vi fate scavalcare. Sa cosa mi hanno risposto? “Meglio candidare una bella donna che un mafioso”».

«Io – spiega la Chirico – non ho grandi doti, però faccio politica da 4 anni, perché ci credo, la passione, come la Madia, non basta». Il suo programma è quindi «prendere la metro e saltare da una parte all’altra della città e incontrare la gente, farsi sentire e vedere sul campo». E sulle auto blu non ha dubbi: «Meglio la metropolitana, ma certo, qui a Roma deve migliorare ancora, eh».