Regionali Puglia: 8 consiglieri in più, la vecchia sede è troppo piccola

Pubblicato il 31 Marzo 2010 16:35 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2010 16:35

Il fatto che i consiglieri regionali in Puglia diventeranno 78, otto in più cioè rispetto alla precedente legislatura, sta creando problemi logistici nel palazzo di via Capruzzi, a Bari, sede del Consiglio regionale dove gli spazi sono già da tempo molto stretti: per la costruzione di una nuova sede l’iter è stato avviato.

Otto consiglieri in più per consentire al riconfermato presidente Nichi Vendola di guidare la maggioranza di centrosinistra senza problemi di “governabilità” preoccupano funzionari e dipendenti. Perché, costi in più che scatteranno a parte (si parla di una spesa annua aggiuntiva di circa due milioni e mezzo di euro), bisognerà verificare la situazione logistica nell’aula del Consiglio regionale e anche il numero delle stanze a disposizione, che già dalla scorsa legislatura risultavano essere insufficienti.

«Sicuramente – dice il segretario generale del Consiglio regionale pugliese, Silvana Vernola – ci dovremo attrezzare con poltrone più piccole, allungheremo i banchi, vedremo cosa fare per i dispositivi per il voto elettronico».

Un problema, comunque, che potrà essere affrontato con lavori di adeguamento dell’aula consiliare solo dopo la proclamazione degli eletti, quando cioè la Corte d’Appello deciderà se gli otto consiglieri in più sono legittimati a sedere nell’aula o no: infatti, lo statuto regionale prevede un numero massimo di settanta consiglieri e lo statuto ha valore preminente rispetto alla legge regionale elettorale, approvata nel 2005.