Berlusconi: “Adeguare gli incentivi per le rinnovabili all’andamento degli altri Paesi”

Pubblicato il 10 Marzo 2011 15:57 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2011 16:07

Silvio Berlusconi

ROMA – Per Silvio Berlusconi ”gli incentivi alle energie rinnovabili devono adeguarsi all’andamento degli altri Paesi europei. Il ‘boom’ del settore fotovoltaico determina sulle bollette dei cittadini un aggravio che era necessario calmierare”.

Il presidente del Consiglio in una nota sottolinea che ”chi lavora in questo settore” non deve ”nutrire timori ingiustificati” perché ”entro poche settimane il governo stabilira’ il nuovo quadro di incentivi che consentirà alle aziende del settore la programmazione di investimenti per un mercato maturo di lungo periodo in vista degli obbiettivi europei per il 2020”.

Dopo aver sostenuto la necessità di ”adeguare” gli incentivi ai livelli europei, il capo del governo ha tuttavia rassicurato gli operatori del settore: ”Il progetto di diversificazione delle fonti di energia corrisponde a impegni internazionali precisi e guarda al futuro”, ha sottolineato Berlusconi.

Dunque, ha aggiunto, ”coloro che hanno investito nella cosiddetta ‘green economy’, come anche chi lavora in questo settore, non devono nutrire timori ingiustificati. Entro poche settimane il governo stabilirà il nuovo quadro di incentivi che consentirà alle aziende del settore la programmazione di investimenti per un mercato maturo di lungo periodo in vista degli obbiettivi europei per il 2020”.