Rocco Siffredi presidente della Repubblica? Un voto anche per lui

Pubblicato il 18 Aprile 2013 18:49 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2013 18:56
Rocco Siffredi presidente della Repubblica? Un voto anche per lui

Rocco Siffredi (Foto Lapresse)

ROMA – Rocco Siffredi presidente della Repubblica. Tra i Grandi Elettori al secondo turno c’è qualcuno che l’ha votato. E la presidente della Camera, Laura Boldrini, ha austeramente bocciato il suffragio: “Non ha i requisiti”. Intendendo, ovviamente, i cinquant’anni d’età richiesti per il capo dello Stato, non altri, che il professionista Siffredi certamente possiede.

E’ solo l’ultima “zingarata” dei deputati, senatori e delegati regionali riuniti da stamattina alle 10 per decidere chi succederà a Giorgio Napolitano. Durante il primo scrutinio, quello che ha visto bocciare la candidatura di Franco Marini e spaccarsi il Pd, hanno guadagnato voti gli inaspettati nomi di Giovanni Trapattoni, Veronica Lario e Raffaello Mascetti, Michele Cucuzza, Sofia Loren, Sergio De Caprio (alias Capitan Ultimo), oltre a quello, meno inatteso (ma solo per una questione di parziale ominimia) di Valeria Marini. 

Del resto che nelle urne segrete delle Camere riunite spuntino provocazioni o scherzi non è una novità. Nel maggio del 2006, al secondo scrutinio e dunque prima dell’elezione di Giorgio Napolitano, dall’urna uscirono Vasco Rossi, Ornella Vanoni, Luciano Moggi e perfino Maria Gabriella di Savoia. Persino Gino Strada. Ma all’epoca nessuno immaginava che sette anni dopo sarebbe stato davvero un possibile candidato.