Ghedini: “Un fuoco di paglia l’inchiesta a Palermo sui festini”

Pubblicato il 2 Novembre 2010 19:23 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2010 19:31

”Le dichiarazioni del procuratore di Milano chiudono definitivamente ogni speculazione sulla vicenda della telefonata che quindi non ha avuto, come già detto più volte, influenza alcuna sulle autonome ed impeccabili decisioni della Questura. Giorni e giorni di articoli diffamatori vengono cosi’ posti nel nulla”. Lo afferma in una nota Niccolò Ghedini, parlamentare Pdl e avvocato del premier, Silvio Berlusconi.

”Aveva ragione il Presidente Berlusconi ad affermare che si trattava di una tempesta di carta. In analogo modo – aggiunge Ghedini – terminerà anche la nuova vicenda assurda ed incredibile che proviene da Palermo”.

Ghedini guarda poi alle ”dichiarazioni di Ruby ribadite anche oggi” che ”chiudono anche tutte le illazioni su affermazioni da lei rese e mai viste e comunque totalmente smentite”.

Quanto, poi, all’inchiesta di Palermo sui cosiddetti ‘festini’, Ghedini sottolinea che ”si tratta di dichiarazioni che, se esistenti, sono del tutto già smentite da testimonianze e da accertamenti acquisiti in passato per gli incontri a Villa Certosa che si sono sempre svolti nella massima correttezza”.