Ruby. 161. Lele Mora a Spinelli: “Sarebbe ossigeno puro”

Pubblicato il 25 Febbraio 2011 - 03:24 OLTRE 6 MESI FA

Tra il 27 settembre e l’11 ottobre 2010 la Procura intercetta una serie di conversazioni e sms tra Lele Mora, Emilio Fede e Giuseppe Spinelli, il tesoriere di Silvio Berlusconi. Si parla di un prestito a Mora e di tutte le difficoltà burocratiche per ottenerlo.

Il 27.09.2010 alle ore 11.45  Lele Mora parla al telefono con Emilio Fede

Emilio: ehi!

Lele: direttore

Emilio: buongiorno

Lele: sono qua in banca

Emilio: e… mannaggia la miseria

Lele: ci fanno soffrire, perchè non c’è la valuta fino al 29 mattina

Emilio: ma va!

Lele: non me li danno anche se sono circolari, perchè c’è segnalazioni, c’è tutto, se no se prendiamo prima….

Emilio: ah, ah

Lele: sono qua anche con il direttore che mi sta sgridando e tirando le orecchie m’ha detto, lei mi vuol far licenziare, perché l’ho pregato sotto tutti i punti di vista

Emilio: e…

Lele: ma

Emilio :niente è

Lele: non riesc…, mercoledì, quando direttore? mercoledì mattina? mercoledì mattina a qualsiasi ora, anche alle otto viene cinque minuti prima m’ha detto

Emilio: (sorride) ma, (incomprensibile) prendere i contanti?

Lele: no io le do il circolare

Emilio: (si schiarisce la voce)