Salvini a Milano, manifestante vestito da Zorro srotola striscione: “Restiamo umani”. E le forze dell’ordine lo rimuovono FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 maggio 2019 8:12 | Ultimo aggiornamento: 19 maggio 2019 8:12
Il manifestante vestito da Zorro srotola uno striscione da un balcone in piazza DUomo: "Restiamo umani"

Il manifestante vestito da Zorro srotola uno striscione da un balcone in piazza DUomo: “Restiamo umani” (foto Ansa)

ROMA – A Milano migliaia di sovranisti sono scesi in piazza per Matteo Salvini. Il ministro dell’Interno, infatti, si è radunato in piazza Duomo con 11 capi-partito dell’ultradestra europea in vista delle elezioni europee del 26 maggio. Ma in città c’è anche chi ha deciso di scendere in piazza contro Salvini con un corteo, con striscioni e con iniziative ironiche.

A separare il palco di Salvini dal corteo antifascista e antisovranista ci sono stati vari cordoni delle forze dell’ordine ai quattro lati della piazza.

Lo striscione “Restiamo umani” e il manifestante vestito da Zorro.

Durante il comizio del ministero dell’Interno, un manifestante, vestito da Zorro (giocando sull’ormai celebre incipit del libro su Salvini) dal balcone di un palazzo in piazza Duomo ha srotolato un lungo striscione con la scritta, in italiano e in inglese, “restiamo umani”. Striscione poi fatto rimuovere dalle forze dell’ordine. Il manifestante, quando lo striscione è stato tirato su, dal balcone ha anche fatto il segno delle manette.

5 x 1000

Ma chi è lo Zorro di piazza Duomo? L’uomo che ha srotolato lo striscione travestito da Zorro, con tanto di sciabola, si chiama Riccardo Germani ed è un dirigente dell’Unione sindacale di base in Lombardia. 

Per presentarsi in piazza travestito da Zorro, Riccardo Germani ha pagato la normale quota di soggiorno dell’albergo da cui si è affacciato per srotolare lo striscione con la scritta “Restiamo umani” durante il comizio del leader della Lega. Salvini “nel suo libro racconta che gli hanno rubato il pupazzetto di Zorro da bambino e oggi glielo abbiamo riportato in piazza”, ha scherzato Germani che è un sindacalista dell’Usb ma questa azione, precisa, “non ha nessun cappello politico né sindacale e non è solo mia. È stata un’azione collettiva e condivisa di ‘Non una ci meno’ e della rete ‘Milano antifascista antirazzista meticcia e solidale'”, che ha organizzato la manifestazione anti-Salvini ‘Gran Gala del Futuro’. “Oggi Zorro eravamo tutti”, ha aggiunto Germani. “Abbiamo lanciato un messaggio positivo e non di odio come quello che era sul palco” di Salvini. “Oggi ha vinto la nostra piazza – ha concluso Germani – e il nostro messaggio di umanità”.

Le parole di Matteo Salvini.

“Con l’azione di governo ho dato risposte con fatti non con parole. Lo dico anche a Papa Francesco, che oggi ha detto “bisogna ridurre i morti nel Mediterraneo. Il governo sta azzerando i morti nel Mediterraneo, con orgoglio e spirito cristiano”, ha detto Matteo Salvini dopo aver citato i papi Ratzinger e Wojytila come esempi positivi. E ancora: “E’ un momento storico talmente importante per liberare il continente dall’occupazione abusiva organizzata a Bruxelles da molti anni. Chi ha tradito l’Europa, il sogno dei padri fondatori, di De Gaulle e De Gasperi? I Merkel, i Macron, i Soros, gli Juncker hanno costruito l’Europa della finanza e dell’immigrazione incontrollata”.

E sulla Sea Watch: “Sta disubbidendo a indicazioni di Capitaneria e Finanza, abbiamo fatto scendere neonati e malati, mai dirò voltatevi dall’altra parte, la vita è sacra. Ma quella nave finchè sono ministro dell’Interno in un porto italiano non entra”.

La protesta degli striscioni.

In città, da venerdì, c’è la protesta degli striscioni esposti nelle finestre”. Striscioni che hanno però portato ad una denuncia: la Digos ha infatti chiesto la rimozione di uno striscione esposto in una abitazione in zona San Siro su cui c’era scritto “Salvini amico dei mafiosi, nemico dei poveri”. La donna si è rifiutata e per questo è stata denunciata per diffamazione. 

“Salvini odia, Milano ama”, “Solo ponti niente muri”, “I nostri balconi più alti dei tuoi muri”, “Meno Lega, più legami”, “dissenso e libertà e io rimango qua”: sono solo alcuni degli striscioni apparsi nelle ultime ore in città, dove da giorni, su invito dei Sentinelli, l’associazione antifascista che già a marzo aveva organizzato la manifestazione People-Prima le persone alla quale avevano partecipato più di 200mila persone, sono partite le “balconiadi” in vista del comizio del leader della Lega.

FOTO BLITZ QUOTIDIANO

Un cartello di protesta: "Basta odio. Restiamo umani"

Un cartello di protesta: “Basta odio. Restiamo umani”

Il palco del comizio di Matteo Salvini

Il palco del comizio di Matteo Salvini

A separare il palco di Salvini dal corteo antifascista c'è un cordone della Polizia.

A separare il palco di Salvini dal corteo antifascista c’è un cordone della Polizia.

Salvini a Milano con Marine Le Pen: decine di striscioni in tutta la città. Donna indagata per aver scritto "amico dei mafiosi" FOTO

Lo striscione srotolato da un balcone di palazzo Galleria: "Restiamo umani"

Lo striscione srotolato da un balcone di un palazzo: “Restiamo umani”

FOTO ANSA

Il manifestante vestito da Zorro srotola uno striscione: "Restiamo umani"

Il manifestante vestito da Zorro srotola uno striscione: “Restiamo umani”

 

Fonte: Agenzia Vista /Alexander Jakhangiev, Ansa