Sardegna, test sierologico obbligatorio dal 14 settembre per entrare nell’isola

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 12 Settembre 2020 9:51 | Ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2020 9:51
Sardegna, nuove regole: test sierologico obbligatorio dal 14 settembre per entrare nell'isola

Sardegna, test sierologico obbligatorio dal 14 settembre per entrare nell’isola (Foto d’archivio Ansa)

Sardegna, dal 14 settembre può entrare sull’isola solo chi risulta negativo al test sierologico. Nuova ordinanza del governatore Solinas.

Il governatore della Sardegna Christian Solinas ha firmato la nuova ordinanza restrittiva anti covid. Dal 14 settembre i passeggeri in ingresso nell’Isola sono “invitati” a presentare un certificato di negatività al virus. Agli imbarchi di navi e aerei dovranno presentare il certificato o a autocertificare di essere risultati negativi a un test sierologico, molecolare o antigenico.

Sardegna, senza il test sierologico si fa il tampone entro 48 ore

In assenza di questo “accettano” di effettuare un tampone entro le 48 ore dall’arrivo. E poi a comunicarne l’esito alle autorità sanitarie locali. La stessa ordinanza impone da subito l’obbligo di indossare le mascherine h24. Anche all’aperto nei casi non sia possibile rispettare la distanza di un metro. 

I passeggeri senza il test in partenza che accettano di fare il tampone in Sardegna sono obbligati a restare all’isolamento domiciliare fiduciario in attesa dei risultati dell’esame.

Chi ha l’esenzione dai test

L’invito ai test per chi entra nell’Isola non si applica ad alcune categorie. Chi esercita attività funzionali ad organi costituzionali, equipaggio di mezzi di trasporto, personale viaggiante su treni e aerei per motivi di lavoro e salute.

Tutti i passeggeri prima dell’imbarco sono comunque tenuti – e l’ordinanza lo ribadisce – a registrarsi con i moduli scaricabili dal sito della Regione, e da trasmettere poi per via telemaica, o attraverso l’app Sardegna sicura.

Le nuove misure in vista della scuola

Infine, in vista della riapertura delle scuole, che nell’Isola scatta il 22 settembre, con l’ultimo provvedimento firmato da Solinas viene portata all’80% l’occupazione dei posti a sedere sui mezzi di trasporto pubblico locale. Le nuove misure restrittive sugli ingressi contenute nell’ordinanza sono state decise dopo l’impennata di contagi a cavallo di ferragosto legata soprattutto alla movida estiva della Costa Smeralda, con l’arrivo in Sardegna di migliaia di turisti. (Fonte Ansa)