Sondaggio Demos. Pdl si sfalda, Grillo lo insegue, bene il Pd

Pubblicato il 3 Giugno 2012 11:46 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2012 18:44

(LaPresse)

ROMA – Il Pdl sfarinato dopo i risultati delle comunali del 6-7 maggio, la Lega Nord in ribasso sotto il 4%, il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo in un momento di gloria insegue il Pdl con oltre il 16% e Monti recupera consensi: è questa la fotografia dei partiti in Italia fatta da un sondaggio Demos per Repubblica.

Il Pd e l’Idv secondo i numeri delle intenzioni di voti tengono bene allo scossone dell’anti-politica di Grillo, ma non riescono a farsi collettori delle frustrazioni degli italiani contro la casta e la crisi.

Oltre il 40% degli intervistati, infatti, vede nella “protesta contro i partiti” la principale ragione di successo del Movimento. Una valutazione condivisa anche dal 27% degli elettori del M5S, i quali, però, danno maggiore importanza ad altri argomenti: l’estraneità dei candidati alle logiche di potere e la concretezza dei programmi proposti ai cittadini, scrive Ilvo Diamanti su Repubblica

Il Movimento sarà capace di trasferire sul nazionale la sua forza raggiunta nelle amministrazioni locali? Per ora è un’incognita che secondo il sondaggio potrebbe tradursi così:

Quasi metà degli italiani (la maggioranza) ritiene il M5S in grado di “amministrare” le città e il territorio. Ma quasi 7 persone (e 4 elettori del M5S) su 10 non lo considerano capace di governare, a livello nazionale. Da ciò l’impressione di un Paese sospeso. In attesa di un cambiamento ancora incompiuto.

Per quanto riguarda il governo Monti, sempre molto basso il suo gradimento: dopo un calo di 20 punti tra marzo e aprile, sono ora il 45 per cento, rispetto al 42 di aprile,  gli italiani con un giudizio positivo sulle azioni dell’esecutivo.