Sondaggio Emg: M5S di Grillo torna terzo partito con 17%. Tiene fiducia in Monti

Pubblicato il 2 Luglio 2012 20:33 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2012 20:33
grillo

Beppe Grillo (LaPresse)

ROMA – Perde punti Beppe Grillo e il suo Movimento 5 Stelle paga forse l'”effetto Pizzarotti” tornando a essere il terzo partito con il 17,3% di consensi, a fronte di un recupero del Pdl (20,1%). Si rafforza intanto anche la fiducia in Mario Monti ma il partito più ampio è sempre quello degli astenuti, che si attesta sul 34,5%. Questi i risultati più interessanti del consueto sondaggio settimanale di Emg per La7.

Il Pdl, dopo settimane difficili, recupera 1,4 punti percentuali e torna a essere il secondo partito con il 20,1% dei consensi. Nell’area di centrodestra va bene anche alla Lega Nord che guadagna lo 0,1 e passa al 4,9%. Stabile la Destra all’1,6.

Nell’area di centro perdono punti tutti: Fli torna al 2,3% prdendo lo 0,2, l’Udc perde 3 punti percentuali attestandosi sul 6,6% di consensi e l’Api resta inchiodata sullo 0,3%.

Perde qualche punto anche il Pd che rimane comunque il primo partito con il 24,8% di consensi. Nell’area di centrosinistra guadagna punti l’Idv di Antonio Di Pietro che raggiunge il 7,9% di preferenze guadagnando 0,8 punti percentuali. Cede invece lo 0,1% Sinistra, Ecologia e Libertà che si attesta sul 5% di consensi.

Il partito più “popolare” rimane comunque sempre quello degli astenuti che toccano soglia 34,5%, a fronte di un 14,6 di indecisi e un 1,8 di schede bianche.

Regge invece la fiducia in Mario Monti dopo l’Eurovertice di giovedì 18 giugno: il premier guadagno 2 punti percentuali arrivando a quota 45%.