Pdl spaccato su Monti, Frattini: “Non la darò vinta ai fascisti”

Pubblicato il 11 Novembre 2011 12:30 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2011 12:30

“È bastato che crollasse tutto che questi fascisti sono tornati fuori: già ci hanno fatto rompere con Fini, e adesso provano di nuovo a mandare tutto all’aria…”. Lo sfogo, ascoltato dal cronista della Dire, è di Franco Frattini, il ministro degli Esteri che in queste ore si sta spendendo tanto per portare il Pdl dentro un governo tecnico che “tiri l’Italia fuori dalla crisi”. Parole che pesano, che fotografano la situazione dentro al partito, vicino come non vai alla frantumazione. Ieri il drammatico vertice a palazzo Grazioli che ha sancito la spaccatura interna tra chi vuole andare subito al voto e chi, invece, e’ favorevole al governo di Mario Monti. Tra questi ultimi, in prima fila, c’é Frattini. Quelli che tifano per le urne, invece, sono gli ex An: Matteoli, Meloni, La Russa. Ma anche Brunetta e Sacconi.