La Russa: “Manderemo mille soldati in più in Afghanistan”

Pubblicato il 3 Dicembre 2009 - 08:56 OLTRE 6 MESI FA

I rinforzi che l’Italia invierà in Afghanistan a sostegno delle truppe statunitensi saranno di circa mille uomini ma più che il numero dei soldati “l’aspetto fondamentale” risiede nel cambio dell’intera strategia.

È quanto afferma in un’intervista al Corriere della Sera riportata dall’Ansa, il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, secondo cui i soldati da inviare nella Regione saranno intorno ai mille mentre il numero di 1500 rappresenta «una quota massima alla quale comunque non arriveremo».

I rinforzi, aggiunge, saranno inviati «nella seconda parte del 2010» e verranno sottratti ad altre missioni italiane. «Dal Kosovo – spiega – rientreranno nel corso del 2010 circa mille militari. E almeno 200 li recuperiamo dal Libano». Ma, «l’aspetto fondamentale» – osserva La Russa –  è nella “nuova strategia”. «Finora – spiega – gli americani pensavano che prima si dovesse mettere in sicurezza un’area e poi avviare la ricostruzione. Ora si sono convinti che le due operazioni devono marciare insieme: quello che hanno sempre fatto gli italiani, portare sicurezza e benefici allo stesso tempo».

«C’è da parte nostra – aggiunge il titolare della Difesa – la condivisione del piano ed è cambiato l’atteggiamento americano: non siamo più esecutori ma partecipi di un’operazione comune».