Fbi. Video Al Qaeda incita alla ”jihad elettronica” contro gli Stati Uniti

Pubblicato il 23 Maggio 2012 11:07 | Ultimo aggiornamento: 24 Maggio 2012 15:38

WASHINGTON, STATI UNITI – Un video di un esponente di Al Qaeda venuto in possesso dell’FBI incita i suoi combattenti a lanciare attacchi cibernetici contro gli Stati Uniti incluse infrastrutture governative e la rete elettrica nazionale, a quanto riferisce l’emittente ABC News. Il video è stato ottenuto dall’FBI l’anno scorso e reso pubblico mercoledi dalla Commissione Senatoriale sulla sicurezza interna e gli affari governativi.

”Il video è la prova più chiara che Al Qaeda ed altri gruppi terrostici vogliono scatenare una guerra cibernetica contro di noi”, ha dichiarato il presidente della Commissione Joe Lieberman. Nell’esortare alla ”jihad elettronica” il video afferma che gli Stati Uniti sono tanto vulnerabili ad essa come lo furono quando non riuscirono ad evitare gli attacchi alle Torri Gemelle dell’11 settembre.

Gli esperti della sicurezza nazionale considerano reale la minaccia di Al Qaeda, e ritengono che i terroristi avranno presto le capacità tecnologiche di colpire. Al Qaeda sta acquistando materiale per la guerra cibernetica da esperti hacker criminali.

I servizi di intelligence americani sospettano inoltre in base alle prove raccolte che anche l’Iran ha intenzione di lanciare attacchi cibernetici contro gli Stati Uniti. Secondo dichiarazioni rese alla Commissione senatoriale, il regime di Teheran potrebbe costruire armi cibernetiche e darle a gruppi terroristici.

Dallo scorso ottobre, la Commissione senatoriale ha ricevuto oltre 50 mila rapporti di intrusioni cibernetiche o tentativi di intrusione, un aumento di 10 mila rapporti rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.