Bnp Paribas: multa Usa a 16 mld. Obama snobba Hollande, la banca cambia i capi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Giugno 2014 13:07 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2014 13:07
Bnp Paribas: multa Usa a 16 mld. Obama snobba Hollande, la banca cambia i capi

Bnp Paribas: multa Usa a 16 mld. Obama snobba Hollande, la banca cambia i capi

PARIGI – Bnp Paribas: multa Usa a 16 mld. Obama snobba Hollande, la banca cambia i capi. “La tradizione negli Stati Uniti è che il presidente non si immischi negli affari giudiziari. Si tratta di decisioni indipendenti”. Così il presidente Barack Obama aveva risposto da Bruxelles, a margine del G7, alle sollecitazioni del governo francese, e di Francois Hollande, per un suo intervento per evitare che al gruppo bancario Bnp Paribas sia comminata negli Usa una maxi-multa fino a 10 miliardi di dollari (e la revoca della licenza bancaria) da parte delle autorità americane per violazioni all’embargo contro Cuba, l’Iran e il Sudan.

Il pressing avrebbe avuto addirittura effetti controproducenti, visto che la multa potrebbe arrivare addirittura a 16 miliardi di dollari. I francesi non discutono la bontà delle accuse ma spingono per trovare una soluzione a una sanzione che giudicano eccessiva e, per stare alle parole del ministro degli Esteri Laurent Fabius, si aspettano una multa “proporzionata e ragionevole”. Bnp, che non ha negato il coinvolgimento e aveva già messo da parte un miliardo di dollari, contando su precedenti simili, sta valutando l’ipotesi di cambi al vertice per raggiungere un accordo con le autorità americane.

Lo segnala il Financial Times, sottolineando che potrebbe lasciare l’incarico il chief operating officer, George Chodron de Courcel, responsabile della divisione svizzera della banca al centro delle sanzioni. Secondo altre fonti, il chief operating officer, 64 anni, lascerebbe per andare in pensione.