Expo, Boeri a commissari: “Invitare anche Stato Palestina”

Pubblicato il 23 Settembre 2011 16:41 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2011 17:01

MILANO, 23 SET – Se probabilmente la richiesta di riconoscimento dello Stato palestinese all’Onu non arrivera’ a buon fine, questo potrebbe avvenire invece a Milano per l’Expo 2015. L’assessore comunale con delega all’evento Stefano Boeri ha infatti inviato una lettera al presidente e all’ad di Expo 2015 e ai commissari per chiedere che la Palestina venga considerata uno dei Paesi da invitare nel capoluogo lombardo per la manifestazione.

”Il cibo unisce quello che la geopolitica divide. I due popoli che convivono entro i confini dell’attuale stato di Israele, ebrei e palestinesi, hanno nelle tradizioni agroalimentari un patrimonio comune di gusti e pietanze – ha scritto l’assessore su facebook e ha poi ripetuto nella conferenza stampa al termine dei lavori di Giunta -. Una ragione in piu’ per chiedere, in concomitanza con il voto dell’Onu sulla presenza del nascente stato di Palestina come osservatore all’Assemblea delle Nazioni Unite, che Expo 2015 cominci a considerare la Palestina uno dei Paesi da invitare all’evento”.

La richiesta fatta al presidente della societa’ di gestione Diana Bracco, all’ad Giuseppe Sala, al commissario straordinario Giuliano Pisapia e al commissario generale Roberto Formigoni auspica infatti la presenza palestinese anche nelle giornate tra il 25 e il 27 ottobre, ”quando 150 Paesi invitati dal Bie saranno a Milano per conoscere Expo 2015 e valutare come parteciparvi”.

Lo scorso a Milano c’erano state proteste per una manifestazione che coinvolgeva Israele,  Unexpected Israel, confermata in piazza Duomo dal neo-sindaco Giuliano Pisapia nonostante le critiche degli antagonisti.