Nucleare. Lula: “Ho il 99% di possibilità di convincere Ahmadinejad a un accordo”

Pubblicato il 15 maggio 2010 0:07 | Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2010 10:39

Luiz Inacio Lula da Silva

Il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva si è detto convinto “al 99 per cento” che riuscirà a spingere il collega iraniano Mahumud Ahmadinejad a trovare un accordo sul contenzioso nucleare. Lo ha affermato venerdì a Mosca, come riportano gli inviati dei giornali brasiliani, poco dopo che il segretario di Stato americano Hillary Clinton aveva affermato che Lula dovrà “scalare una montagna” ed il presidente russo Dmitri Medvedev gli aveva concesso “il 30 per cento di possibilità di successo”.

“Ricorrerò a tutto il mio potere di persuasione”, ha anticipato Lula che, secondo i media, domenica prossima, incontrerà a Teheran Ahmadinejad insieme al primo ministro turco, Recep Tayyip Erdogan. Il Brasile propone infatti che l’Iran trasferisca uranio poco arricchito in Turchia, ottenendo in cambio minerale più elaborato da utilizzare per scopi civili.

Secondo una fonte diplomatica brasiliana a Teheran, consultata dall’Ansa, “è probabile” che già domani il ministro degli esteri Celso Amorim si incontri con il collega Manouchehr Mottaki nella capitale iraniana. In merito ai negoziati tra Lula e Ahmadinejad la stessa fonte ha precisato: “Esiste un moderato ottimismo sulla possibilità che si possa avanzare nel dialogo. Sia chiaro però che il Brasile non è un mediatore, ma un agevolatore”.