Siria, Papa Francesco scrive ai leader del G20: “Evitate il massacro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Settembre 2013 13:27 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2013 13:27
Siria, Papa Francesco scrive ai leader del G20: "Evitate il massacro"

Papa Francesco (Foto LaPresse)

CITTA’ DEL VATICANO – “Evitate il massacro in Siria, trovate una soluzione senza attacchi”. Papa Francesco scrive a Vladimir Putin, presidente russo e del G20 in corso a San Pietroburgo. Il “sentito appello” del Papa alla pace arriva anche agli altri leader coinvolti, da Barack Obama e Francois Hollande al siriano Bashar al Assadscrive il quotidiano argentino Clarin.

La mattina del 5 settembre la Segreteria di Stato del Vaticano ha incontrato gli ambasciatori di 179 governi e secondo il quotidiano Clarin il Papa avrebbe chiamato anche Assad, chiedendogli di fermare la repressione contro i ribelli per quanto possibile, in una “offensiva diplomatica”. Una telefonata smentita però dallo stesso Vaticano.

Una lettera ed un sentito appello del Papa arrivano però al presidente del G20, Putin, lettera in cui il pontefice parla di economia mondiale e condanna  ”il massacro al quale stiamo assistendo in Siria”, invitando i leader a agire. Nella prima parte, il Papa afferma tra l’altro che la ”economia mondiale potrà svilupparsi realmente e garantire una vita degna a tutti esseri umani”, di ”ogni abitante della terra”, non solo dei cittadini dei paesi del G20, se la ”crisi economica” sarà affrontata ”con rispetto della persona umana e dei più deboli”.

Padre Federico Lombardi, portavoce del Papa, ha spiegato che  Bergoglio rivolge “a tutti i leader un sentito appello” affinché sia trovata una soluzione negoziale, che “è dovere morale di tutti i governi del mondo”: “Il Papa è evidentemente contrario a qualunque intervento militare”.