Usa, elezioni. il ”big business” va con Romney e volta le spalle ad Obama

Pubblicato il 23 luglio 2012 14:18 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2012 14:18

WASHINGTON, STATI UNITI – Le aziende americane, il ”big business”, si schierano con il candidato repubblicano Mitt Romney. In quella che e’ una netta inversione di tendenza rispetto al 2008, i repubblicani incassano il 56% delle donazioni dei pac aziendali, le strutture di finanziamento elettorali e dei dipendenti della grandi societa’.

Una svolta evidente soprattutto a Wall Street, e che viene confermata dal buon andamento della raccolta fondi del Republican National Committee che ha raccolto in giugno 39,8 milioni di dollari a fronte dei 20,5 milioni del Democratic National Committee.

Complessivamente lo scorso mese i fondi raccolti dal partito repubblicano e da Romney sono stati 72,8 milioni di dollari, quelli dei democratici e Obama 66 milioni di dollari. Il partito repubblicano ha incassato finora 618 milioni di dollari dai pac aziendali a fronte dei 488 milioni del partito democratico.

Un’inversione evidente soprattutto a Wall Street: nel 2008 il pac e  dei dipendenti di Goldman Sachs avevano contribuito per il 75% ai 6 milioni di donazioni ai democratici, affermandosi come uno dei maggiori finanziatori. Quest’anno i dipendenti della banca sono i primi sponsor di Romney, con 500.000 dollari versati, contro i 100.000 a Obama.