Usa, Senato pronto al voto sulla “riforma di Wall Street”

Pubblicato il 18 maggio 2010 22:13 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2010 23:39
senato usa

La sede del Senato Usa

Il Senato statuinitense si appresta a votare la riforma che regolamenterà il settore finanziarie. Le “lobby” bancarie stanno tentando di esercitare pressione sul Congresso affinché ammorbidisca i toni della riforma di Wall Street, che il Senato si appresta a votare.

“Alcuni repubblicani si uniranno ai democratici nell’appoggiare le proposte all’esame”, ha spiegato il leader della maggioranza in Senato Harry Reid riferendosi al voto procedurale sul testo che dovrebbe avere luogo la mattina del 19 maggio. Se la riforma supererà il voto procedurale e otterrà quindi 60 voti a favore, il voto definitivo del Senato potrebbe arrivare sempre il 19 o il 20. I democratici controllano 59 posti dei 100 in Senato e almeno un democratico, il senatore Byron Dorgan, dovrebbe votare contro.

Se la proposta sarà definitivamente approvata, il testo licenziato dal Senato dovrà essere “riconciliato” con quello approvato alla Camera lo scorso dicembre prima di essere sottoposto alla firma del presidente americano Barack Obama per divenire legge.