Venezuela, la sfida di Chavez agli Usa: respinto l’ambasciatore Larry Palmer

Pubblicato il 29 Dicembre 2010 - 08:28 OLTRE 6 MESI FA

Hugo Chavez

Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha sfidato gli Stati Uniti a rompere le relazioni diplomatiche, dopo il rifiuto del capo dello stato di Caracas di accettare la nomina del nuovo ambasciatore Larry Palmer.

Quest’ultimo, nel corso di una audizione al Senato di Washington per la sua abilitazione, aveva detto che i guerriglieri colombiani sono presenti sul suolo venezuelano, che Cuba esercita una influenza sulle forze armate del Venezuela e che il morale di queste è basso. Per Chavez Palmer ha “mancato di rispetto” al governo di Caracas.

“Se il governo americano vuole espellere il nostro ambasciatore, faccia pure – ha detto Chavez nel corso di un discorso ufficiale diffuso dalla tv di stato VTV -. Se vuole rompere le relazioni diplomatiche, faccia pure! Poiché noi abbiamo rifiutato di accettare la nomina di questo signore, il governo americano ci minaccia di ritorsioni. Potrà provare a fare quello che vuole, ma noi impediremo a questo signore di venire da noi”.