Nino D’Angelo: “Il ragazzo della Curva B avrebbe fatto come Genny ‘a carogna”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2014 18:06 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2014 18:07
Nino D'Angelo: "Il ragazzo della Curva B avrebbe fatto come Genny 'a carogna"

Nino D’Angelo (foto Lapresse)

NAPOLI – Gennaro De Tommaso, alias Genny ‘a carogna, si è comportato come si sarebbe comportato il protagonista de “Il ragazzo della Curva B”, film cult con Nino D’Angelo. A dirlo è…Nino D’Angelo, intervistato da Malcom Pagani sul Fatto Quotidiano. Il cantante napoletano si riferisce all’atteggiamento da leader “che rassicura la folla”, la sua gente.

Queste le parole di Nino D’Angelo:

“Il mio personaggio del film forse avrebbe fatto esattamente come il Genny dell’altra sera. Avrebbe chiesto lumi sulle condizioni del ferito, fatto ritirare le bandiere, rassicurato la folla. La vita umana viene prima di tutto il resto“.

D’Angelo si dissocia invece sull’eventualità che De Tommaso abbia dato l’ok a giocatori e istituzioni per far giocare la partita:

“Altra cosa è la trattativa. Lì può e deve decidere solo lo Stato. Io, da tifoso e da cittadino, posso solo scegliere se rimanere allo stadio o andare via. Non posso imporre nulla alle istituzioni. Non posso orientare niente. Ma non credo sia accaduto veramente. Mi pare una scusa”.

Poi il cantante si lamenta per il fatto che questo episodio abbia gettato ulteriore fango sulla città di Napoli:

“Napoli è dipinta come un agglomerato indistinto di criminali. Ma Napoli non è il tifoso singolo. Il capo ultrà fa solo notizia. È uno specchietto per le allodole. Uno schermo per dire che abbiamo tutti ragione e tutti torto e non cambierà niente. Una maniera di rimanere fermi e non progredire. Sa cosa mi piacerebbe?

Cosa, D’Angelo?
Che quest’intervista servisse a qualcosa. Che non si mettesse un punto per poi andare a capo, ma che si mettesse un punto e basta alle ipocrisie. Nel calcio si delinque da anni. Paparelli morì per un razzo lanciato dalla curva opposta ed era il 1979. L’altra sera è accaduto un fatto anomalo. Un tifoso che non c’entrava nulla con la partita ha preso la pistola e ha sparato”