Roma, tasse e servizi: arriva la stangata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Dicembre 2013 - 11:35 OLTRE 6 MESI FA

Roma, tasse e servizi: arriva la stangataROMA – La bozza è pronta, le cifre delineano un 2014 che sarà, inevitabilmente, di lacrime e sangue per l’amministrazione comunale e per i romani.

Ma la manovra capitolina del prossimo anno, già quasi completata dall’assessore al bilancio Daniela Morgante, prima di vedere la luce, è destinata a scontrarsi con il fuoco di fila della maggioranza che, dopo il faticosa via libera ai conti del 2013, vuole dire la propria sulla gestione prossima futura di Palazzo Senatorio.

La linee guida, in realtà, sono state già tracciate nel bilancio pluriennale, contenuto nella maxi delibera approvata una settimana fa dal consiglio comunale.

Scrivono Michela Giachetta e Fabio Rossi sul Messaggero:

Il budget del Campidoglio, nel 2014, si ridurrà di 1,2 miliardi di euro, a causa della contrazione dei trasferimenti statali. Come recuperare questi fondi? Il primo dato si trova, nero su bianco, sullo stesso documento finanziario 2013-2015: le entrate tributarie previste, nei prossimi dodici mesi, aumenteranno di 353 milioni. Un dato, questo, che rende improbabile evitare l’aumento dell’addizionale Irpef dallo 0,9 all’1,2 per cento, sia pur con una serie di sgravi per i meno abbienti proposti sia dai partiti di centrosinistra sia dalla lista Marchini (…)

Un taglio di oltre un quinto della dotazione complessiva che costringerà l’Atac, per esempio, ad accelerare il progetto di revisione del trasporto pubblico di superficie, eliminando linee e corse meno frequentate, mentre per l’Ama c’è il rischio di ulteriori rincari della tariffa rifiuti. Soffriranno anche i dipartimenti, per i quali sono previsti tagli per oltre 300 milioni. Molto dipenderà anche da quando si arriverà all’approvazione: dal 1° gennaio l’amministrazione spenderà seguendo i criteri del bilancio 2013 e ogni ritardo nell’iter della manovra 2014 renderà più difficile far quadrare i conti.

È servito un mese di tempo, ma alla fine commissione fu. Un mese fa si era svolto in Campidoglio il consiglio straordinario sull’Atac, in cui si stabilì di formare una commissione capitolina speciale per l’indagine amministrativa sui presunti illeciti all’interno dell’azienda municipalizzata (…)