Svizzera, rifugio di giornalisti. Claudio Plazzotta, Italia Oggi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Maggio 2015 7:40 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2015 11:43
Svizzera, rifugio di giornalisti. Claudio Plazzotta, Italia Oggi

Svizzera, rifugio di giornalisti. Claudio Plazzotta, Italia Oggi

ROMA – “Nel 2011 Marcello Foa, dopo 22 anni al Giornale dove era stato capo degli esteri, inviato e direttore del sito internet – scrive Claudio Plazzotta di Italia Oggi – aveva mollato tutto per assumere la guida del gruppo editoriale della Svizzera Italiana (i due quotidiani Corriere del Ticino e Giornale del Popolo, la rete televisiva Teleticino, l’emittente Radio 3i, i due siti di informazione cdt.ch e ticinonews)”.

Scrive Claudio Plazzotta: Tra gli editorialisti di peso il Corriere del Ticino annovera da anni Piero Ostellino; da circa un anno l’ex direttore di Canale 5, Massimo Donelli, collabora a www.tvsvizzera.it, sito della tv di stato in lingua italiana che ha contribuito a creare in qualità di consulente e dove tiene una rubrica settimanale; da un paio di giorni Ferruccio de Bortoli, ex direttore del Corriere della Sera, ha una collaborazione fissa e, per ora, esclusiva, con il Corriere del Ticino (di cui è amministratore delegato lo stesso Foa).
Insomma, parrebbe essere in atto una «Tendenza Svizzera» che porta alcuni dei migliori giornalisti italiani a varcare il confine e rifugiarsi dalle parti di Lugano.

Tuttavia, non è proprio così, come ricorda Lino Terlizzi, vicedirettore del Corriere del Ticino, da decenni corrispondente del Sole-24 Ore dalla Svizzera, tanto da esserne diventato cittadino: «No, mi vengono in mente solo Foa, che peraltro, come giornalista, aveva iniziato a lavorare in Svizzera prima di essere assunto al Giornale, e Donelli (…).