Il cellulare archivio di come siamo in amore e a letto

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2014 14:18 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2014 14:20

smartphone-amoreROMA – Moderno archivio di storie d’amore e di letto, il cellulare è diventato la versione attuale del vecchio diario, delle fotografie mandate per posta, delle lettere profumate, magari su carta pregiata e in bella grafia. Lo dice una ricerca di McAfee secondo cui il 63% degli italiani intervistati ha detto di ricevere sul proprio cellulare contenuti intimi, amorosi o anche esplicitamente sessuali. E non sono solo teenager: anche la maggior parte degli adulti conserva, invia e riceve tramite smartphone dettagli molto personali, ‘hard’ in certi casi, della propria vita, e non sempre su dispositivi protetti da intrusioni esterne, diventando facile bersaglio di stalker.

Sempre secondo la stessa ricerca il 45% riceve contenuti a sfondo sessuale e circa la metà condivide le proprie password. La ricerca ‘Amore, relazioni e tecnologia 2014’ mette in luce che il 94% degli intervistati italiani (di età compresa tra i 18 e i 54 anni) utilizza il proprio dispositivo portatile per scattare foto e il 58% invia o riceve contenuti privati tra cui filmati, fotografie, e-mail e messaggi.

Il 73% protegge lo smartphone con una password o un codice, ma il 41% continua a condividere le password con un’altra persona, mentre il 30% utilizza la stessa password per più dispositivi. La metà dei giovani fra 25 e 34 anni riceve contenuti a sfondo sessuale, ricalcando le abitudini del 49% degli adulti tra i 45-54 anni. Sono le donne le più propense a utilizzare il proprio smartphone per inviare e ricevere contenuti simili (41% contro il 36% degli uomini). Le metà degli intervistati ha archiviato contenuti intimi ricevuti da altre persone. Di coloro che hanno inviato contenuti audaci, il 66% li ha inviati alla propria persona del cuore, mentre due su 10 li hanno condivisi con sconosciuti.