Lucio Parenzan è morto. Addio al cardiochirugo dei bambini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 gennaio 2014 14:35 | Ultimo aggiornamento: 28 gennaio 2014 14:36
Lucio Parenzan è morto. Addio al cardiochirugo dei bambini

Lucio Parenzan

BERGAMO – Lucio Parenzan è morto martedì 28 gennaio a Bergamo. Parenzan, cardiochirurgo di fama mondiale, aveva 89 anni.

Da venerdì 17 gennaio era ricoverato nella terapia intensiva dell’ospedale Papa Giovanni XXIII in condizioni gravissime, dopo un malore accusato in casa. Martedì è stato colpito da un nuovo arresto cardiocircolatorio.

Lucio Parenzan avrebbe compiuto 90 anni il prossimo 3 giugno. Era stato ricoverato dopo un attacco respiratorio e cardiaco, durato oltre 20 minuti e causato da uno spicchio di mandarino. Da allora il cardiochirurgo non si era più ripreso.

Nato a Gorizia nel 1924, si era laureato a Padova nel 1948. Aveva diretto la Divisione di Chirurgia pediatrica e di Cardiochirurgia di Bergamo dal 1964 al 1994. Aveva iniziato a Milano la sua carriera medico-chirurgica nella cura delle patologie cardiache dei bambini, dopo aver trascorso lunghi periodi di studio a Stoccolma e Pittsburg.

Pioniere della moderna cardiochirurgia pediatrica italiana, è stato docente in Chirurgia pediatria, Clinica pediatrica e Cardiochirurgia all’Università di Milano.

La notte tra il 22 e il 23 novembre 1985 gli Ospedali Riuniti di Bergamo, con l’équipe di Lucio Parenzan, eseguirono il loro primo trapianto di cuore, il terzo in Italia dopo quelli di Padova (il 14 novembre) e di Pavia (il 18 novembre).

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other