Morbillo uccide: strage in Madagascar (pochi vaccini), sos negli Usa (troppi No Vax)

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 14 aprile 2019 16:40 | Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2019 16:40
Morbillo uccide ancora: strage in Madagascar (pochi vaccini), sos negli Usa (troppi No Vax)

Morbillo uccide: strage in Madagascar (pochi vaccini), sos negli Usa (troppi No Vax) (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Il ritorno del morbillo che uccide: una delle malattie esantematiche che da anni si può combattere con un semplice vaccino (attualmente per i bambini italiani è gratuito, a sistema del sistema sanitario nazionale) ha fatto una strage in Madagascar (perché ci sono pochi vaccini e quindi la prevenzione è poco diffusa) e ha scatenato il panico negli Usa (per colpa dei No Vax).

In Madagascar oltre 1200 morti per il morbillo.

E’ salito a più di 1.200 morti il bilancio dell’epidemia di morbillo che dallo scorso ottobre ha colpito il Madagascar, dove sono saliti a oltre 115.000 i contagi registrati. Si tratta del più grande focolaio nella storia del Paese, dove solo il 58% delle persone è stato vaccinato contro il virus della malattia esantematica, mentre secondo gli esperti è necessaria una copertura tra il 90% e il 95% per evitare epidemie.

Alla fine del mese scorso l’Oms ha avviato una vaccinazione di massa contro il morbillo con l’obiettivo di immunizzare 7,2 milioni di bambini dai 6 mesi ai 9 anni.

Negli Usa aumentano i bambini col morbillo.

Altri otto bambini sono stati contagiati dal morbillo a Westchester, New York. Lo hanno annunciato i funzionari della contea, spiegando che alcuni di loro potrebbero aver contratto la malattia durante una visita a Brooklyn. L’epidemia si e’ infatti diffusa dopo il picco dei casi nella contea di Rockland e a Williamsburg, Brooklyn, in particolare all’interno della comunità ebraica ortodossa.

Sei dei bambini che si sono ammalati sono fratelli, con un’ eta’ compresa tra i 6 e i 14 anni, e due dei minori contagiati sono stati ricoverati in ospedale. Nessuno di loro, secondo i media, frequenta le scuole pubbliche. La commissaria per la salute di Westchester Sherlita Amler ha invitato i genitori di bambini non vaccinati a farsi vaccinare, ma non e’ ancora chiaro se la contea seguirà le orme della città di New York, dichiarando l’emergenza sanitaria. Secondo le autorita’ di Nyc ci sono stati 285 casi di morbillo confermati a Brooklyn e nel Queens, 176 nella contea di Rockland, 17 nella contea di Orange, 8 in quella di Westchester, 2 in quella di Sullivan. (Fonte Ansa).