Ozonoterapia. Il gas che cura cellulite, ernia, fuoco di Sant’Antonio…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 novembre 2013 12:52 | Ultimo aggiornamento: 19 novembre 2013 12:52
Ozonoterapia. Il gas che cura cellulite, ernia, fuoco di Sant'Antonio...

Ozonoterapia. Il gas che cura cellulite, ernia, fuoco di Sant’Antonio…

ROMA – Ozonoterapia. Il gas che cura cellulite, ernia, fuoco di Sant’Antonio… Conosciamo l’ozono come una forma di diversa combinazione chimica dell’ossigeno (è un allotropo, la molecola a tre atomi dell’ossigeno, O2), dal sapore vagamente d’aglio, responsabile della protezione della Terra (fin quando non lo abbiamo intaccato con le emissioni di Co2) dai raggi ultra-violetti. Sappiamo meno che questo gas (O3) è terapeutico, aiuta a guarire molte malattie: in fondo è l’ossidante più potente in natura perché aumenta la concentrazione di emoglobina ossigenata nel sangue. Gli studi presentati al recente simposio mondiale di ozonoterapia svoltosi a Roma amplia lo spettro di applicazioni, grazie anche al fatto che negli ultimi 20 anni è la pratica medica più studiata al mondo.

Oggi la ricerca estende l’applicazione dell’ozonoterapia anche alle protrusioni tipo ernia e ai dolori muscolo-scheletrici del cervello. Finora viene utilizzata con successo per diverse patologie ortopediche e vascolari mentre le ultime ricerche confermano l’applicabilità per malattie gravi come la demenza senile, la Sla, la sclerosi multipla. Aiuta nell’herpes zoster, volgarmente detto Fuoco di Sant’Antonio (in 4 giorni asciuga le papule e riduce il dolore). Si usa per trattare la cellulite legata a dismetabolismo ed insufficienza venosa e linfatica togliendo l’edema e riattivando la circolazione. Cuba è la patria dell’ozonoterapia. In Italia ci sono pochi centri anche se la pratica dell’ossigeno-ozonoterapia è molto utilizzata per il trattamento di ernia del disco, ulcera, decubiti vascolari e recentemente di ictus e demenza.