Salute

Sigarette, additivi aumentati: fumare oggi è più pericoloso di 50 anni fa

Sigarette, additivi aumentati: fumare oggi è più pericoloso di 50 anni fa

Sigarette, additivi aumentati: fumare oggi è più pericoloso di 50 anni fa

NEW YORK – Fumare oggi è molto peggio di quanto non fosse fumare 50 anni fa, anche se si fuma di meno. Colpa degli additivi, sempre più numerosi e pericolosi. Così oggi il rischio di cancro ai polmoni e malattie croniche ai polmoni è molto più elevato. Lo rivela uno studio pubblicato dalla rivista Nicotine and Tobacco Research e ripresa dal New York Times.

Il problema, sottolinea il New York Times, è che questi nuovi additivi portano ancora più nicotina e favoriscono la dipendenza. La composizione delle sigarette è cambiata solo di recente, dopo essere rimasta stabile per oltre dieci anni.

I ricercatori del Dipartimento di Salute Pubblica del Massachusetts e della Medical School dell’Università del Massachusetts hanno analizzato i dati dei produttori e hanno scoperto che molti marchi hanno aumentato gli additivi nelle sigarette. Per questo chi inizia a fumare oggi ha molte più probabilità di diventare dipendente rispetto a chi iniziava decenni fa. 

Sotto accusa anche i più alti livelli di nicotina. Questa sostanza attiva dei processi biologici che aumentano il rischio di malattie, con conseguenze pericolose soprattutto per lo sviluppo cerebrale degli adolescenti e del feto, nel caso di donne incinte. La presenza di nicotina nel sangue, poi, può anche aumentare il ritmo cardiaco e la pressione sanguigna, favorendo il rischio di infarto. 

 

 

 

To Top