Sigarette elettroniche, rischi per la funzione polmonare. Anche con i vapori senza nicotina

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Settembre 2019 0:32 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2019 0:32
Sigaretta elettronica

(Foto Ansa)

ROMA  – Le sigarette elettroniche possono compromettere la funzione polmonare ed esporre al rischio infezioni interferendo con la funzione immunitaria dei polmoni.

E’ quanto emerge da uno studio condotto su animali presso il Baylor College of Medicine che contribuisce a generare preoccupazioni sull’uso della sigaretta elettronica. Pubblicato sul Journal of Clinical Investigation, lo studio è stato condotto su topolini.

Gli esperti hanno confrontato l’esposizione al fumo da sigarette normali, fumo da sigarette elettroniche e vapori dei solventi delle sigarette elettroniche ma senza nicotina su tre gruppi di topolini per 4 mesi di seguito, che corrispondono nell’uomo a molti anni di fumo.

È emerso che la superficie dei polmoni (l’epitelio polmonare) viene danneggiata  sia dal normale fumo, sia da quello della sigaretta elettronica, sia anche, sia pur in modo diverso, dai vapori della sigaretta elettronica senza nicotina (solo con i solventi commercialmente in uso per il loro funzionamento).

Anche la funzione immunitaria dei polmoni, in particolare i ‘macrofagi’ che sono cellule ‘spazzine’ presenti sull’epitelio polmonare, è disturbata dai vapori della sigaretta elettronica, con o senza nicotina.

“In sintesi i nostri risultati sperimentali rivelano che, indipendentemente dalla nicotina, l’inalazione cronica dei vapori delle sigarette elettroniche distrugge la normale funzione polmonare e riduce la capacità delle cellule immunitarie residenti nei polmoni di rispondere alle infezioni, aumentando la suscettibilità a malattie quali l’influenza”, ha dichiarato l’autore Farrah Kheradmand. “I nostri risultati suggeriscono l’importanza di fare ulteriori ricerche sui solventi usati nelle sigarette elettroniche”, ha concluso.

Fonti: Ansa, Journal of Clinical Investigation