Bologna: cade dallo scooter e muore Francesca Mazzilli. A provocare l’incidente un agente sbronzo

Pubblicato il 9 Settembre 2010 - 16:28 OLTRE 6 MESI FA

Una ragazza in scooter si è trovata di fronte un’auto all’improvviso e, nel tentativo di evitare l’impatto, è caduta morendo: il “colpevole”, un ispettore della Polizia, era brillo alla guida. E’ successo a Bologna, dove la sera del 7 settembre nell’incidente ha perso la vita Francesca Mazzilli di 26 anni.

L’agente, sottoposto all’alcol test subito dopo l’incidente, aveva un tasso di alcol nel sangue pari a 0,52 grammi (il limite stabilito per legge è di 0,50). Il pm Enrico Cieri ha aperto un’inchiesta e le ipotesi di accusa sono di omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza.

Secondo le prime ricostruzioni della polizia municipale intervenuta in viale Pietramellara, a poca distanza dalla stazione di Bologna, l’auto dell’ispettore non stava procedendo contromano ma si era appena immessa da via Cipriani sul viale, svoltando a sinistra. Ma così facendo ha invaso la corsia opposta, dove stava arrivando lo scooter.

Resta da chiarire se c’è stato un vero e proprio impatto tra i due mezzi (entrambi sequestrati dagli inquirenti) o se la giovane, trovandosi di fronte la macchina all’improvviso, si è spaventata, ha perso l’equilibrio ed è caduta. Anche per questo sarà eseguita l’autopsia.