Sarah Scazzi, il faccia a faccia tra Sabrina e il papà: qual è la verità di Michele?

Pubblicato il 19 Novembre 2010 8:15 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2010 8:20

Sabrina Misseri

Sabrina Misseri e papà Michele si guarderanno dritto negli occhi. Entrambi in carcere perché accusati dell’omicidio di Sarah Scazzi, rispettivamente cugina e nipote, hanno accettato il faccia a faccia.

A largo Magli a Taranto Misseri padre dirà la sua verità, la sua ultima versione probabilmente. Prima ha confessato il delitto nella casa di via Deledda e ha aggiunto lo stupro del cadavere della quindicenne, poi ha tirato in ballo la figlia, che dopo diverse testimonianze è scivolata sulla graticola. Gelosia, morbosità, litigi: sono tanti gli elementi entrati in ballo in questa brutta storia del cuore della Puglia.

La deposizione di Michele verrà raccolta come incidente probatorio. Sabrina assisterà alla testimonianza e chissà se lui sarà davvero influenzato da quella ragazza che gli ha puntato il dito contro, che in molti hanno descritto come un carattere forte, portato ad imporsi.

Rivivranno, entrambi, quel maledetto 26 agosto ad Avetrana. Sarah sparì ed è certo che non è più tornata viva. E’ stata ascoltata un’amica di Sarah, Francesca, dai carabinieri: insieme al padre aveva raccontato di essere stata contattata da Sabrina e dalla madre, quando la quindicenne però non si trovava già più.