Giuliano Coppini morto, fondatore di Lineapiù nel 1975

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 luglio 2015 13:28 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2015 13:28
Giuliano Coppini morto, fondatore di Lineapiù nel 1975

Giuliano Coppini morto, fondatore di Lineapiù nel 1975

FIRENZE – E’ morto, dopo una malattia, Giuliano Coppini, 72 anni, fondatore dell’azienda toscana di filati Lineapiù e anima creativa di alcune innovazioni nel mondo della maglieria e dei filati. Coppini aveva fondato Lineapiù nel 1975: innovazione, ricerca e sperimentazione i tratti distintivi del percorso in cui ha guidato l’azienda. “Nel 1975, insieme ad altri tre soci, pensammo di creare qualcosa di nuovo: un’azienda capace di inventare fili mai visti prima, inusuali, pieni di fantasia, di creatività, di innovazione. Eravamo convinti che saremmo riusciti ad innovare un settore che ci appariva un po’ statico”, si legge nel volume ‘Yarns. Lineapiù Italia, 40 anni di emozioni’, pubblicato in occasione dell’ultima edizione di Pitti Filati, svoltasi poche settimane fa, per festeggiare i primi 40 anni della sua azienda.

Per prima ad esempio Lineapiù scelse, nel 1986, di impiegare la viscosa nei filati. Altra caratteristica il rapporto con le maison di moda, sviluppando filati speciali per la creatività degli stilisti negli anni in cui si strutturava quello che poi sarebbe diventato il made in Italy. Dal 2010 Coppini era presidente onorario di Lineapiù Italia, da quando Alessandro Bastagli, entrando nel capitale dell’azienda di Capalle, aveva favorito il grande rilancio del marchio. Coppini “era un uomo ricco di mille sfumature, animato da una inestinguibile passione per il lavoro”, il ricordo di Bastagli.