Razzismo: Internet e Tv cattivi maestri per i giovani

Pubblicato il 17 Dicembre 2009 15:17 | Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2009 13:03

Cresce il razzismo tra i giovani. Un ragazzo su 5, il 20,7% degli adolescenti, pensa che è giusto essere razzisti, solo in determinate situazioni. Percentuale che sale al 27% tra coloro che navigano su internet, almeno tre ore al giorno.

Lo rivela il rapporto annuale della Società Italiana di Pediatria, su un campione di 1.300 studenti delle scuole medie inferiori di età compresa tra 12 e 14 anni. Il confronto delle risposte del campione nazionale con quelle di chi passa tre ore al giorno davanti a tv ed internet ha permesso di evidenziare come televisione ed internet modellino il comportamento e le abitudini degli adolescenti.

Se, ad esempio, il 3,5% del campione nazionale considera i bulli ‘in gamba’, questa percentuale sale al 5% tra chi passa più di tre ore davanti alla tv e al 10,6% tra chi trascorre più di tre ore su internet. Cattivi maestri, televisione ed internet, secondo il rapporto, spingono gli adolescenti anche verso droghe, alcol e fumo.