Firenze, ragazza denuncia Abdou Diakhaté: “Mi ha picchiata fratturandomi la mandibola”. La replica: “Si è difeso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Luglio 2020 8:30 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2020 8:35
Firenze, ragazza denuncia Abdou Diakhaté

Firenze, ragazza denuncia Abdou Diakhaté: “Mi ha picchiata fratturandomi la mandibola”. La replica: “Si è difeso” (foto da archivio)

Una 20enne di Firenze, ha denunciato l’aggressione subita in un locale da un calciatore del Parma, Abdou Diakhaté.

Una ragazza di 20 anni di Firenze, Samantha Luisa Duarte, ha denunciato di essere stata aggredita da Abdou Diakhaté, calciatore del Parma ed ex Fiorentina, in un locale di Firenze e di non aver ricevuto aiuto da parte dei presenti.

La giovane ha pubblicato un video sul suo profilo Facebook in cui racconta quanto sarebbe accaduto nel locale. Il calciatore l’avrebbe colpita con un cazzotto procurandole la frattura della mandibola. Samantha, che si è operata e dovrà sottoporsi ad un secondo intervento, ha detto di aver deciso di raccontare la sua storia perché  vuole “giustizia”. “Sono costretta a operarmi, a mangiare pappine e fare riabilitazione per mesi”.

Nel video spiega che il calciatore l’ha “chiamata per parlare, sono andata lì per parlare e lui mi ha tirato un cazzotto”. E davanti alla telecamera inoltre accusa poi gli addetti alla vigilanza di aver “scortato il calciatore all’auto mentre nessuno mi ha aiutato, chi lavora nel locale ha fatto finta di niente, mi hanno lasciata in una pozza di sangue”.

Ad aiutarla dopo l’aggressione sarebbe stata una sua amica: “Io voglio giustizia, non funziona così. Non esiste che un uomo possa rompere le ossa a una donna e invece che essere soccorsa lei viene scortato lui alla macchina perché è un famoso calciatore”.

L’avvocato della ragazza: “Colpita con un pugno”

L’avvocato della ragazza Francesco Di Luciano, contattato da Fanpage.it, ha confermato che è stata presentata una denuncia sull’episodio che sarebbe avvenuto la notte del 24 luglio scorso: “La mia cliente era lì con delle amiche, a un certo punto è stata chiamata da questo ex calciatore che lei conosce perché andavano a scuola insieme. Lei si è avvicinata e non si è ben capito per qualche ragione lui le ha sferrato un pugno in pieno volto fratturandole la mandibola e facendole saltare alcuni denti”.

Su quanto accaduto, secondo quanto riferisce l’Ansa, dal locale fanno sapere che nessun addetto alla vigilanza avrebbe scortato fuori il calciatore. Il personale avrebbe accompagnato Diakhaté proprio perché c’erano stati problemi e nessuno si era reso conto inizialmente della gravità della ferita subita dalla giovane.

Il legale del calciatore: “Ha difeso la sua ragazza”

A parlare, sempre tramite l’Ansa, è intervenuto il legale del calciatore, l’avvocato Massimiliano Manzo. La “19enne fidanzata del calciatore Abdou Diakhaté, nel settembre 2019 è stata aggredita e picchiata dalla 20enne“. “Per quella aggressione è’ stata denunciata e verrà giudicata il 1 ottobre 2020 dal Tribunale Penale di Firenze”, ha detto l’avvocato che poi ha fornito anche la sua versione su quanto accaduto nel locale di Firenze.

“Venerdì 24 luglio, il calciatore si trovava in un locale in compagnia della fidanzata Clara. La coppia veniva avvicinata con fare minaccioso dall’altra giovane”, secondo il legale. “Nonostante fosse stata invitata dal calciatore ad allontanarsi, tentava di aggredire la coppia e colpiva alla testa il calciatore, il quale, frastornato, si difendeva istintivamente colpendo il viso” della donna. La quale “non si fermava e continuava ad inveire minacciosa. Si tratta quindi di un evidente caso di legittima difesa – ha dichiarato l’avvocato – nel quale Abdou Diakhaté ha agito per difendere se stesso e la sua fidanzata”. (fonti ANSA, FANPAGE)