Bologna, Mihajlovic ha concluso il secondo ciclo di chemioterapia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Ottobre 2019 17:31 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2019 17:31
Bologna Mihajlovic ciclo chemioterapia terminato è il secondo in totale

Bologna, Mihajlovic nella foto Ansa

BOLOGNA – Concluso il secondo ciclo di chemioterapia, l’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic è stato dimesso in mattinata dall’ospedale Sant’Orsola di Bologna. Dopo la diagnosi di leucemia, annunciata a metà luglio e un primo periodo di ricovero in Ematologia, Mihajlovic era rientrato in ospedale il 9 settembre. Domenica era uscito temporaneamente per assistere dalla panchina alla partita con la Lazio al Dall’Ara. Ora passerà un periodo in famiglia.

Mihajlovic domenica scorsa, contro la Lazio, è andato in panchina ma al termine del match, in conferenza stampa, ha parlato il suo vice De Leo. Secondo il vice, Mihajlovic rappresenta una risorsa importantissima per il Bologna perché ha un grande ascendente sui calciatori. Per questo motivo, la squadra si è salvata lo scorso anno e ha iniziato benissimo questo campionato.

Di seguito, le dichiarazioni di De Leo dal sito internet ufficiale del Bologna: “Meritiamo molto di più dei 2 punti raccolti nelle ultime 4 partite. Oggi, al cospetto di una squadra di qualità e forte fisicamente, abbiamo ribattuto con coraggio e siamo andati a prenderli alti, tenendo in mano la gara per lunghi tratti e dimostrando un passo avanti per personalità e sul piano della prestazione.

Siamo generosi, rischiamo qualcosa nel finale perché vogliamo a tutti i costi andare a prenderci la vittoria. Avere oggi il Mister con noi è stato bellissimo, sapete bene quanto ascendente abbia su questo gruppo”.

“Siamo tutti con lui. Non è facile parlare della malattia, Sinisa è molto forte e dobbiamo essere uniti, stare vicino a lui come ha dimostrato la città di Bologna e come hanno fatto i suoi giocatori”.

Ha espresso così la sua vicinanza a Mihajlovic, suo ex compagno di squadra nella Sampdoria per due stagioni, il centrocampista francese Christian Karembeu oggi a Bologna per partecipare, tra le fila del Real Madrid Legends, alla partita contro le vecchie glorie del Bologna in programma allo stadio Dall’Ara.

Parlando del tecnico rossoblù e della sua battaglia contro la leucemia, Karembeu, che si é fermato a parlare con i cronisti durante una camminata in centro mentre era insieme alla sua squadra, ha ricordato la forza dell’ex compagno in campo:

“Calciava molto bene le punizioni, un fuoriclasse. É sempre stato un ragazzo con un cuore grande, un professionista che lavora sempre. Uno che vuole sempre la perfezione. Mi piacerebbe che stasera ci fosse anche lui – ha concluso – per poterlo riabbracciare” (fonti Ansa e il sito internet del Bologna).