Bruno Peres, video “parata” miracolosa in Shakhtar-Roma

Pubblicato il 21 febbraio 2018 23:38 | Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2018 23:38
Bruno Peres, video "parata" miracolosa in Shakhtar-Roma

Bruno Peres, video “parata” miracolosa in Shakhtar-Roma

KHARKIV (UCRAINA) – Se la Roma è ancora in corsa per il passaggio del turno di Champions League, è grazie a questo intervento miracoloso di Bruno Peres a Alisson battuto. Bruno Peres si è sostituito al portierone brasiliano e ha deviato in calcio d’angolo con il piede.

Da Twitter.


La rabbia di Di Francesco

“Mi sembra di aver visto due squadre oggi in campo. Dopo aver subito il primo gol ne avrei dovuto cambiare tanti. Siamo un po’ calati dal punto di vista fisico. Nel primo tempo la squadra giocava per attaccare poi giocava per gestire non so che cosa. Per questo sono arrabbiato”. L’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco, intervistato da Premium Sport, non nasconde la propria insoddisfazione per la sconfitta in Ucraina. “Prendere un gol da una giocata di un difensore centrale – continua – scoccia ma non giustifica il finale di partita con errori nonostante avessimo in campo giocatori di esperienza”. Ma da parte della Roma ci sono state p presunzione e superficialità? “Non posso pensare che siamo dei presuntuosi quando si vince una partita – risponde Di Francesco -, non è che ogni anno la Roma va in finale di Champions League. Adesso andiamo ad individuare che si tratta di un discorso fisico. Nel secondo tempo siamo stati troppo sporchi nel palleggio, cosa che nel primo tempo siamo stati perfetti”.

Anche oggi Dzeko non ha convinto, fallendo anche un’occasione su passaggio di Under? “Sono convinto che ci darà qualche gioia più avanti – commenta Di Francesco -, anche nella partita di ritorno. Io ci credo perchè è un giocatore importante. E’ stato bravo a mandare in porta Under. Nel secondo tempo quando si è mosso non è stato visto dai compagni. Mi auguro che Edin trovi il gol il prima possibile perchè vive per questo”. Sapevi di avere un portiere così forte? “Sì. La qualità migliore di Alisson è la sua presenza in porta. Ti dà sicurezza e le parate più difficili le fa sembrare facili. Ha un’ottima interpretazione del ruolo come piace a me”.