facebook

Calcio, triangolare: Palermo batte Napoli e Valencia, per i partenopei 2 sconfitte

Doppia sconfitta per il Napoli nel triangolare di Palermo, battuto 6-5 dal Valencia ai calci di rigore, dopo che il match era finito 1-1, e poi 1-0 dai padroni di casa. Nell’ultimo match il Palermo batte il Valencia e si aggiudica il triangolare.

Valencia-Napoli 6-5. Va in vantaggio il Valencia al 4′: Rinaudo viene anticipato in area da Soldado e lo stende. L’arbitro concede il rigore che lo stesso attaccante trasforma con un rasoterra. Gli spagnoli potrebbero anche raddoppiare al 13′, dopo che Joaquin e Feghouli confezionano un assist per Soldado: il centravanti, a pochi passi da De Sanctis, si fa ribattere il tiro da un’uscita alla kamikaze. Nel finale arriva il pari di Maiello, favorito da una dormita della difesa valenciana: Del Horno serve un pallone imprendibile a Ricardo Costa, fra i 2 s’infila Maiello che insacca con un diagonale rasoterra. Ai rigori prevale il Valencia, per un errore di Rinaudo.

Ecco la sequenza dagli undici metri: Costa trasformato; Quagliarella trasformato; Soldado trasformato; Zuniga trasformato; Joaquin trasformato; Dossena trasformato; Miguel trasformato; Aronica trasformato; Del Horno trasformato; Rinaudo parato.

Napoli (3-4-3) De Sanctis, Grava, Rinaudo, Aronica, Maggio, Pazienza, Blasi, Dossena, Maiello, Quagliarella, Zuniga. (Iezzo, Gianello, P. Cannavaro, Vitale, Santacroce, Campagnaro, Dalla Bona, Ciano, Pià, Bucchi). All.: Mazzarri.
Valencia (4-1-4-1): Moya, Miguel, David Navarro, Ricardo Costa, Del Horno, Albelda, Joaquin, Feghouli, Costa, Carles, Soldado. (Cesar, Guaita, Dealbert, Vicente, Topal, Aduriz, Bruno, Pablo, Fernandes, Ivan, Mathieu). All.: Emery.
Arbitro: Gervasoni di Mantova.
Reti: 4′ Soldado (rigore), 38′ Maiello.
Angoli: 4-2 per il Valencia.
Ammoniti: Dossena, Costa per gioco falloso.
Spettatori: 20.000 circa.

Palermo-Napoli 1-0. La prima vera occasione è al 15′ con Hernandez che, di tacco, manda a lato da ottima posizione. Il Napoli risponde con una bomba di Quagliarella su punizione. Al 22′ Benussi si ripete sempre su Quagliarella, respingendo di piede un tiro ravvicinato. Al 25′ il Palermo passa in vantaggio con un gol molto contestato: Pastore dal fondo tenta un cross, De Sanctis respinge, il pallone torna all’argentino che riesce a spingerlo verso Maccarone, pronto a ribadire in rete. I napoletani protestano per un presunto gioco pericoloso di Pastore su De Sanctis, che resta a terra e poi si rialza. Tre minuti dopo rischia di raddoppiare con lo stesso Pastore. Al 34′ Migliaccio costringe De Sanctis ad una difficile deviazione in tuffo.

Palermo (4-3-1-2): Benussi, Cassani, Dellafiore, Munoz, Balzaretti, Migliaccio, Liverani, Nocerino, Pastore, Maccarone, Hernandez. (46 Sirigu, 12 Brichetto, 36 Darmian, 55 Cappelletti, 29 Garcia, 25 Glik, 94 Acquah, 4 Kasami, 24 Rigoni, 93 Cristofari, 13 Nappello, 51 Pinilla). All.: D. Rossi.
Napoli (3-4-3): De Sanctis, Santacroce, P. Cannavaro, Aronica (30′ Campagnaro), Maggio, Pazienza (35′ Dalla Bona), Blasi (44′ Pià), Dossena (38′ Vitale), Maiello, Quagliarella, Zuniga. (33 Gianello, 77 Rinaudo, 2 Grava, 25 Ciano, 29 Bucchi).
Arbitro: Gava di Conegliano Veneto.
Espulso: 40′ Maccarone per fallo di reazione.
Rete: 25′ Maccarone.
Angoli: 3-1 per il Palermo.
Ammoniti: Maccarone e Vitale per gioco falloso; Campagnaro per proteste.

Palermo-Valencia 1-0

PALERMO (4-3-1-2): Brichetto, Darmian, Dellafiore (34′ Glik), Munoz, Balzaretti (37′ Garcia), Migliaccio, Liverani (29′ Rigoni), Nocerino, Pastore (41′ Nappello), Pinilla, Hernandez (24′ Kasami). (99 Benussi, 46 Sirigu, 94 Acquah, 5 Bovo, 55 Cappelletti, 16 Cassani, 93 Cristofari). All.: D. Rossi.

VALENCIA (4-1-4-1): 13 Guaita, Bruno, David Navarro, Dealbert, Mathieu, Topal, Pablo, Fernandes, Vicente, Ivan, Aduriz. (1 Cesar, 25 Moya, 2 Miguel, 5 Ricardo Costa, 10 Costa, 11 Carles). All.: Emery.

Arbitro: Gava di Conegliano Veneto. Rete: 25′ Pinilla. Angoli: 3-2 per il Palermo. Ammoniti: Migliaccio e Dealbert per gioco falloso. Recupero: 0′. Spettatori: 16.088, per un incasso di 193.080 euro.

IL GOL, 25′: angolo di Liverani dalla sinistra ed incornata vincente di Pinilla, che anticipa tutti ed insacca sul secondo palo. Niente da fare per Guaita. Il Palermo comincia bene ed al 9′ Liverani, su punizione dai 20 metri, impegna Guaita in una problematica deviazione in tuffo; sul successivo angolo, Pinilla chiama ancora il portiere spagnolo ad un intervento in tuffo. Al 14′ Nocerino smarca Hernandez davanti a Guaita, ma il tiro dell’uruguagio e’ centrale ed il portiere respinge. Al 25′ arriva il gol di Pinilla che fa esplodere il Barbera, ma fino a quel momento il Palermo aveva meritato il vantaggio, mentre il Valencia era rimasto a guardare. Nel finale i rosanero ci provano ancora con Kasami, dopo l’ennesima, ubriacante azione di Pastore, ma il tiro del giocatore del Palermo finisce alto. All’ultimo minuto il Valencia sfiora il pari con una conclusione di Fernandes, fermata in due tempi da Brichetto. Gloria anche per lui.

To Top