Calciomercato/ Napoli: le parole di Lavezzi somigliano a un addio. Lettera ai tifosi: “Scelgo la dignità” (o i soldi?)

Pubblicato il 1 Giugno 2009 21:53 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2009 22:03

Se non è addio, poco ci manca. Le parole di Ezequiel Lavezzi, attaccante argentino del Napoli, non lasciano molto spazio ai dubbi. Il “Pocho”, tornato in patria quattro giorni prima degli allenamenti, ha scritto una lettera aperta ai tifosi:

La lettera: «Mi rivolgo ai tifosi che mi sono sempre stati vicino e che mi hanno dimostrato anche domenica il loro affetto. È un momento difficile e spero che presto al situazione si chiarisca tanto per voi quanto per me. L’unica cosa certa è che un giorno non ci saranno più nè Lavezzi nè Marino, ma resterà soltanto questa grande squadra e questa immensa città semplicemente perché il Napoli non è di nessuno, rappresenta la sintesi del sentimento della dignità dei suoi tifosi. Oggi io devo soltanto scegliere tra la dignità e la mancanza di rispetto e, fedele all’educazione ricevuta, scelgo senza dubbio la prima».

Una cosa è certa: al progetto “Napoli” servono calciatori motivati, e non solo dai soldi. Donadoni vuole portare avanti il progetto con tanti giocatori “affamati” e poche “prime donne”. Se Lavezzi dovesse andar via, la sensazione è che a perderci sia proprio lui ed il Napoli, con più di venti milioni in cassa, potrebbe comprare un super bomber da affiancare a Quagliarella, annunciato oggi.