Calciomercato Roma: Julio Cesar arriva, Rafael al Napoli, Perrotta addio calcio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Giugno 2013 11:12 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2013 11:12
Calciomercato Roma: Julio Cesar arriva, Rafael al Napoli, Perrotta addio calcio

Calciomercato Roma: Julio Cesar arriva, Rafael al Napoli, Perrotta addio calcio

CALCIOMERCATO ROMA – Il punto sul calciomercato in entrata ed in uscita della  Roma di Rudi Garcia.

I centravanti fanno sognare i tifosi, ma un buon portiere è  altrettanto utile e anche se non scalda gli entusiasmi la caccia ad un buon n.1 è  per tutte le società  un grande impegno.

In questi giorni di mercato, sono in particolar modo la Roma e il Napoli a lavorare su questo fronte. Il club giallorosso vorrebbe far rientrare in Italia Julio Cesar, impegnato con la nazionale in Confederations Cup, ma il giocatore dei Queens Park Rangers fa gola a molti e secondo la stampa inglese – il Daily Mail da’ la cosa per fatta al termine del torneo in Brasile – l’Arsenal sembra ora in vantaggio con un’offerta da circa due milioni di sterline.

L’altro possibile obiettivo romanista, il n.1 del Santos Rafael, 23 anni, e’ invece in approdo alla corte di Aurelio De Laurentiis. Il procuratore del giocatore, Paulo Alfonso, ha detto al sito di un quotidiano sportivo brasiliano che ”le trattative stanno proseguendo molto positivamente. Rafael ha deciso e firmera’ a breve”. ”La conversazione che il giocatore ha avuto con Benitez e’ stata fondamentale”, ha aggiunto Alfonso, riferendosi ai dubbi del giocatore circa la convivenza con De Sanctis che e’ stato confermato per la prossima stagione.

Addio al calcio in giallorosso, per Simone Perrotta. ”Sono arrivato in punta di piedi, saluto allo stesso modo”: il congedo del centrocampista della Roma , che lascia la squadra della quale per nove anni ha indossato la maglia, e probabilmente anche l’attivita’ agonistica. Il 36enne centrocampista della nazionale che vinse il Mondiale 2006, contratto in scadenza, non fara’ quindi parte della Roma che affrontera’ la nuova stagione sotto la guida del tecnico francese Rudi Garcia. Del nuovo allenatore pero’ ha stima: ”E’ arrivato uno bravo, che ha vinto in una societa’ piccola, perche’ non potrebbe ripetersi?”.

Perrotta avrebbe potuto giocare ”ancora un anno o due” da un’altra parte, ma ha deciso diversamente: ”Preferisco finire come ex calciatore della Roma e non come ex di un’altra squadra, volevo finire con questa maglia e credo sia giusto cosi”’.

Con la Roma ha giocato per nove stagioni, ma l’ultima e’ stata decisamente amara, molta panchina, e la consapevolezza di essere quasi al capolinea di una lunga carriera che lo ha visto protagonista di tante battaglie sui campi di gioco e soprattutto della vittoria di Berlino ai mondiali 2006.

Perrotta, nato in Inghilterra, ha cominciato la sua carriera a soli 13 anni nelle giovanili della Reggina dalla quale e’ arrivato fino alla Juventus. Poi ha vestito anche le maglie di Bari, Chievo e Roma, con la quale ha conquistato la coppa Italia nel 2007, suo il gol decisivo nella finale con l’Inter. Nel suo palmares anche la vittoria dell’europeo Under 21 nel 2000, con gli azzurrini di Tardelli. Fra i ricordi neri la delusione del derby-finale di Coppa Italia del 26 maggio scorso. Perrotta non ha mandato giu’ quella sconfitta, peraltro vissuta dalla panchina:

”E’ il mio rammarico piu’ grande. La mia ultima partita non poteva finire cosi’. Piu’ che un rammarico e’ un dolore che difficilmente riusciro’ a superare. Lo sport ci ha abituato a subire sconfitte cosi’ cocenti, il rammarico e’ non avere la possibilita’ di rifarmi. Avevo tanta, tantissima voglia di giocarla quella partita. Purtroppo non possono giocare tutti”.

Quanto al futuro, per ora non si sbilancia: intanto continuera’ a fare il consigliere federale della Federcalcio, nella quale e’ stato eletto per la componente atleti in occasione delle elezioni del gennaio scorso. Poi non e’ escluso un futuro da dirigente nella Roma. Ma per questo c’e’ ancora tempo.