Calciopoli, Moratti: “Immensa presa in giro per il calcio italiano”

Pubblicato il 22 Gennaio 2011 17:34 | Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio 2011 17:34

”La storia dell’immensa presa in giro che e’ stata Calciopoli, presa in giro del calcio italiano”: e’ questa la cosa piaciuta di meno al presidente dell’Inter, Massimo Moratti, nel corso dei suoi 15 anni alla guida del club nerazzurro. Societa’ il cui simbolo, secondo il patron milanese – intervistato dalla trasmissione ‘Dribbling’ – non puo’ che essere ”Facchetti”.

”Senza dubbio – ha osservato -: ci manca ed e’ colui che rappresenta di piu’ la storia dell’Inter”. Club in cui, in futuro, potrebbe trovare spazio anche Roberto Baggio. ”E’ una delle persone piu’ in gamba che io ho conosciuto nel calcio italiano, per serieta’, per professionalita’, per sacrificio – ha argomentato Moratti – Porte aperte a Baggio, sempre. L’unica cosa e’ che una persona talmente importante quando entra in una societa’ non puo’ entrare dalla porta di servizio”.