Christian Obodo, l’ex calciatore rapito (di nuovo) e poi rilasciato: “Chiuso per 4 ore in un bagagliaio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Novembre 2020 14:41 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2020 14:41
Christian Obodo, l'ex calciatore rapito (di nuovo) e poi rilasciato

Christian Obodo, l’ex calciatore rapito (di nuovo) e poi rilasciato (foto Ansa)

L’ex calciatore Christian Obodo è stato rapito, di nuovo. Tutto è avvenuto lo scorso weekend a Warri, in Nigeria.

Christian Obodo, 36 anni, ex centrocampista delle Super Eagles ma anche di diverse squadre italiane come Perugia, Fiorentina, Udinese, Torino e Lecce, è stato rapito da alcuni uomini armati e incappucciati, mentre era con la sua ragazza.

Per fortuna si è trattato di un rapimento lampo e alla fine Obodo è stato rilasciato senza neanche il pagamento di un riscatto.

Obodo in una intervista telefonica all’emittente locale Brila Fm ha rivelato di essere stato rapito e tenuto nel bagagliaio della macchina per quattro ore e poi portato in una foresta.

Non è stato chiesto nessun riscatto, ma è stato rilasciato dopo essere derubato del denaro che aveva prelevato poco prima da un bancomat:

“È stata una situazione spiacevole – racconta Obodo –  Essere richiuso per quattro ore nel bagagliaio di una macchina e al caldo.

I rapitori mi hanno persino detto di come hanno perso soldi alle scommesse sulla partita della Nigeria.

Non mi hanno fatto male né minacciato ma non capisco perché qualcuno voglia sempre farmi vivere situazioni del genere”.

Non è la prima volta che l’ex calciatore resta vittima di un rapimento.

La prima volta avvenne nel 2012 quando Obodo venne liberato da un blitz delle forze di polizia. (Fonte: umbria24.it)