Confederations Cup, Messico-Italia: tutto esaurito al Maracanà

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Giugno 2013 9:17 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2013 9:18
Confederations Cup, Messico-Italia: tutto esaurito al Maracanà

Confederations Cup, Messico-Italia: tutto esaurito al Maracanà

RIO DE JANEIRO, BRASILE – La Fifa ha comunicato che c’è il tutto esaurito per Messico-Italia di questa sera. Il Maracanà, la cui capienza dopo i lavori di rifacimento è  stata portata a 78.838 posti, sarà quindi al completo.

Il problema è che per i tifosi che li hanno acquistati, e che risultano essere all’80% carioca, ovvero abitanti dello stato e della citta’ di Rio de Janeiro, non avranno la possibilita’ di ritirarli direttamente allo stadio ma dovranno farlo preventivamente.

A ieri in 20.379 non lo avevano ancora fatto, e per questo la Fifa ha aperto altri due punti, alla Citta’ della Musica di Barra e all’Hotel Windsor Guanabara, dove i tagliandi possono essere ritirati dai loro possessori.

Ieri sui erano formate lunghissime file nel punto di ritiro presso l’aeroporto Tom Jobim, e cio’ aveva creato disagi anche ai passeggeri in arrivo o transito.

La Fifa ha anche ribadito che la regola del ritiro preventivo di biglietti varra’ per tutti i match della Confederations Cup (e poi anche al Mondiale del prossimo anno), e che le porte degli impianti verranno aperte alla ‘torcida’ tre ore prima del calcio d’inizio, che diventeranno 4 in occasione della finale di domenica 30 al Maracana’.

Confermato anche il divieto di usare strumenti musicali sugli spati, comprese le famigerate ‘caxirolas’ che erano state inventate appositamente per la Confederations Cup.

La Fifa ha voluto precisare, tramite il portavoce Pekka Odriozola, di essere particolarmente preoccupata per l’arrivo di seimila tifosi da San Paolo, presumibilmente tutti sostenitori degli azzurri (nella megalopoli paulista c’e’ una vastissima comunita’ italiana), che intenderebbero ritirare i loro biglietti all’ultimo momento.

Cosi’ e’ stato deciso di installare un punto di assistenza e consegna dei tagliandi anche nell’altro aeroporto della Citta’ Meravigliosa, quel Santos Dumont solitamente riservato ai voli nazionali.

Anche oggi, intanto, ci sono stati problemi  all’aeroporto Tom Jobim, con file che Tv Globo ha definito ”immense” mostrando scene di caos totale.

A complicare le cose e’ anche arrivato l’annuncio di una protesta, che si terra’ oggi  ”quanto piu’ nei pressi del Maracana” e un’ora e mezza prima della partita, da parte di gruppi di cittadini indignati per l’aumento a 2,95 reais del prezzo del biglietto degli autobus.

Questo stesso tipo di protesta c’era stata nei giorni scorsi a San Paolo, provocando violenti scontri tra dimostranti e forze dell’ordine. Per questo oggi a Rio verra’ aumentato il numero degli agenti che ‘vigileranno’ su Messico-Italia.