Cristiano Ronaldo, Nedved e Paratici: la nuova triade che ha dato il ben servito ad Allegri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 maggio 2019 9:38 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2019 9:38
Cristiano Ronaldo, Nedved e Paratici: la nuova triade che ha dato il ben servito ad Allegri

Cristiano Ronaldo, Nedved e Paratici: la nuova triade che ha dato il ben servito ad Allegri

ROMA – Che siano stati i dirigenti del nuovo corso juventino post-Marotta a far fuori Allegri dopo cinque anni e cinque scudetti non era un segreto per nessuno: Paratici e Nedved, soprattutto l’ex campione ceco, hanno messo di fronte Andrea Agnelli di fronte all’aut-aut, o noi o il tecnico di Livorno. Ma senza una “solida roccia” cui appoggiarsi il golpe sarebbe stato più difficile, serviva un pezzo da 90 dello spogliatoio per convincere il presidente a disfarsi del mister con cui è anche diventato amico: serviva l’appoggio di Cristiano Ronaldo.

Serviva il suo carisma da trascinatore più, beninteso, il peso dei 300 milioni del mega investimento con cui la Juventus si è assicurata il miglior giocatore al mondo con Messi. E CR7 non si sarebbe tirato indietro, come spiega il beninformato sito Dagospia. Serve alla Juventus un gioco più aggressivo, all’attacco, serve un allenatore più malleabile che non faccia troppa ombra al fuoriclasse portoghese. L’incastro decisivo del puzzle è stato avviato, ora manca il nome del successore di Allegri. 

Ancelotti sarebbe il preferito di Cristiano, andrebbe bene anche Simone Inzaghi, appunto per la malleabilità e la capacità di farsi concavo o convesso a seconda delle esigenze del trascinatore. Tutto chiaro? Nemmeno per nulla: alle 8 e 30 di questa mattina, l’agenzia di stampa Agi batteva la notizia che Pep Guardiola ha firmato per 4 anni con la Juventus. (fonte Dagospia)

5 x 1000