F1, GP Giappone: Hamilton attacca Schumacher: "Sei stato ridicolo"

Pubblicato il 8 Ottobre 2011 16:45 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2011 16:47

ROMA – ''Non so cosa diavolo stesse facendo, ma e' stata la cosa piu' ridicola che mi e' mai successa in qualifica''.

Questa volta a perdere le staffe e' Lewis Hamilton, che dopo l'incidente con Massa nel Gran Premio di Singapore, punta il dito contro il sette volte campione del mondo Michael Schumacher, reo a suo avviso di averlo ostacolato prima dell'ultimo tentativo, compromettendogli la possibilita' di conquistare la pole. ''Button era davanti a me ed ha rallentato per ottenere il suo spazio per effettuare il giro veloce – ha spiegato l'inglese – A mia volta, ho rallentato prima dell'ultima chicane per assicurarmi di avere il giusto spazio tra la sua e la mia vettura. Ma appena stavo per entrare nella chicane e iniziare il giro veloce, Webber mi si e' infilato dentro. Non avevo visto, pero', che anche Schumacher mi stava superando ed abbiamo rischiato il contatto. Ho dovuto evitarlo, e' stato molto pericoloso''.

Diverso il punto di vista di Schumacher, che si trovava in pista per effettuare l'unico giro, seppur non cronometrato, per conservare la sua settima posizione.

''In quel momento ero in pista perche' non sapevo se Kobayashi o qualcun altro dei miei avversari fosse in pista per impostare un tempo. Dunque ho dovuto provare a spingere al massimo – ha detto il tedesco – se non fossi passato li' avrei perso un'occasione. Lewis a quel punto mi ha spinto anche un po' allargando verso l'erba. Alla fine ho mancato la bandiera a scacchi per appena un secondo, per fortuna non mi ha creato problemi sul finale''.