Falcao junior intervista Liedholm junior: “Ecco perché tuo padre non tirò il rigore…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Dicembre 2019 19:45 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2019 19:45
Falcao junior intervista Liedholm junior: "Ecco perché tuo padre non tirò il rigore..."

Falcao nel giorno del suo ritorno allo stadio Olimpico di Roma (foto Ansa)

ROMA – Il figlio di Falcao, Giuseppe, ha intervistato il figlio di Liedholm per Leggo e leggo.it. Inevitabile la domanda sul papà: “Perché Falcao non ha tirato il rigore nella famosa finale di Champions League persa in casa nel 1984?”. Pronta la risposta di Liedholm junior: «La verità è che Paulo non era bravo a tirarli». Riportiamo alcuni passaggi dell’intervista da leggo.it. 

Era all’Olimpico quella sera?
«Certo. Notai che i calciatori del Liverpool erano più tranquilli, si facevano le foto sotto la Curva Sud. La loro serenità mi preoccupò».

Nils Liedholm cosa le ha raccontato di quella partita?
«Non ne parlò mai». 

Fu la sua delusione più grande? 
«Certamente, insieme allo scudetto perso per il gol annullato a Turone».

Che pensava il Barone di quel gol annullato?
«Era un po’ rassegnato, sapeva che era molto difficile in un testa a testa con la Juve vincere lo scudetto». 

Tra Nils Liedholm e Falcao, si racconta, ci fosse una sorta di simbiosi, è vero?
«Papà si rivedeva molto in Falcao come giocatore. E Falcao vedeva Nils come una sorta di padre». 

La scaramanzia del Barone e il suo legame con Maggi, detto il Mago ha generato leggende. 
«Maggi era un amico di famiglia, era un pranoterapeuta. Ma papà fu vittima della sua stessa scaramanzia».

Perché?
«Negli anni 90 lo chiamò la Sampdoria per sostituire Boskov. Io lo accompagnai alla villa di Mantovani. Sembrava tutto fatto. La mattina dopo arrivò una telefonata del Presidente della Samp che gli comunicava che due giocatori si erano opposti al suo arrivo perché erano certi che la formazione l’avrebbe fatta il suo mago» (fonti Leggo e leggo.it).